Ormai è noto a tutti che il  Barcellona vuole Lautaro Martinez, probabilmente su spinta anche di Messi, che gradisce il compagno di nazionale e lo vorrebbe  averlo con sè anche in Spagna.  Da mesi dalla Spagna  giungono le convinzioni che non soltanto  i bluagrana prenderanno Lautaro ma che  lo faranno anche alle loro condizioni.  Ovvio il gioco delle parti. 

Ausilio pochi giorni fa ha detto che  sul giocatore c'è una clausola  e chi lo vuole  deve pagarla. Non so se le   parole che il dirigente fa  corrispondano al vero (farebbe intendere che l'Inter  non è disposta a nessuna trattativa)  o siano parole di facciata. 

Quel che è certo è che l'Inter se dovesse vendere Lautaro Martinez dovrebbe ricavare solo cash, tanto cash.   Magari non prendere i soldi della clausola e fare una trattativa, ma non accettare meno di 90 milioni.  

Considerando che il Barcellona darebbe a Lautaro un contratto da 12 milioni l'anno, è giusto che paghi tanto anche la società da cui lo acquista. 

Marotta e Ausilio non devono accettare nessuna delle contropartite che  si vocifera  il club di Messi possa offrire. Semedo, Firpo sono giocatori mediocri che   vengono ipervalutati per abbassare il  cash.

Se Lautaro dovesse rimanere, è giusto che non solo abbia un rinnovo del contratto ma anche un adeguamento. Per il livello che ha raggiunto e per le offerte che vengono da Barcellona ma probabilmente anche da altre parti,   è giusto che  il suo stipendio sia adeguato allo status  che ha raggiunto.

Insomma o  Marotta e Ausilio  vendono il giocatore al Barcellona per almeno 90 milioni senza contropartite o  rinnovino con  adeguamento il contratto al giocatore. Queste sono le vie che secondo me la squadra neroazzurra deve seguire nei due casi prospettati.

Bassano Giancarlo