L'Inter con la Roma ha mostrato i soliti difetti.  Una squadra  senza gioco, basata sui cross di Politano e che perse spesso le distanze tra i reparti concedendo occasioni agli avversari.  Non che meritasse di perdere, anzi. La squadra neroazzurra è quella che ha cercato di vincere di più,  in Italia gli allenatori fanno la gara a chi ha più paura, a chi ha  meno coraggio.

La Roma dopo il goal si è rintanata nella sua metà campo  e raramente si è affacciata  dalle parti di Handanovic, che ha fatto una parata al novantesimo  su Kolarov.  Tra le note positive Politano, Martinez e D'Ambrosio.  Il terzino si dimostra affidabile e dopo il cross vincente per Nainggolan domenica,  contro i giallorossi cross vincente per la testa di Perisic, per un goal che si potrebbe rivelare importantissimo alla fine della stagione.

Borja Valero è un grande professionista però in cabina di regia preferirei vedere Gagliardini.  Più fisicità e inserimento inz zona goal.  Malissimo Nainggolan e Joao Mario,  tutte e due hanno giocato malissimo.  

La squadra ha segnato il goal dopo che Spalletti ha inserito Icardi e ha giocato ocn le due punte. Infatti nel cross di D'Ambrosio, i difensori della roma hanno dovuto marcare due attaccanti  distogliendo l'attenzione da Perisic. 

Forse Spalletti avrebbe dovuto capire che  contro le difese chiuse giocare con le due punte è meglio.

Ora conta andare in Champions e  non perdere con la Roma è  stato importante.  Però  poi ci vorranno pesanti interventi per migliorare la squadra.

 

Bassano Giancarlo.