Ottima prestazione dell'Inter contro la Juventus. La migliore di tutta la stagione. Una squadra che ha controllato la partita e non ha subito praticamente se non un tiro di Chiesa nel finale.
Ma i nerazzurri hanno vinto la partita imprimendo un ritmo e delle giocate che la squadra bianconera non ha saputo reggere. Certamente si è vista tutta l'esperienza di Conte e la non esperienza di Pirlo. Mentre la squadra interista ha giocato con certezze e con giocate meccanizzate, la Juventus è scesa in campo svagata e  priva di idee. Brozovic, Barella e Vidal hanno totalmente dominato su Bentancur, Rabiot e Ramsay e anche Ronaldo non è apparso nelle sue giornate migliori.

La squadra di Conte è stata continua per 90 minuti a differenza delle altre partite e non ha mai dato la sensazione di crollare. Ha creato diverse palle goal e poteva segnare un maggior numero di reti se Lautaro Martinez fosse stato più preciso sotto porta.  
La Juventus è sembrata veramente poca cosa, ma non è la prima volta in stagione. Sarri è stato tanto criticato la scorsa stagione, ma Sarri ha vinto lo scudetto. Sarri è un allenatore di calcio e ha fatto tanta gavetta prima di allenare ad alti livelli. Una società può ingaggiare come allenatore uno che non lo ha mai fatto solo se la squadra è una macchina perfetta che va solo gestita. Una squadra come il Barcellona di dieci anni fa ad esempio. A mio avviso la rosa della Juventus è una rosa che ha bisogno di essere amalgamata tatticamente da un allenatore navigato e esperto.  

Per tornare all'Inter, da sottolineare le prestazione di un sontuoso Barella, che conferma di essere uno dei top player di questa squadra. Dopo  l'assist di Firenze per Lukaku, è lui a offrire a Vidal la palla che il cileno insacca di testa. Nel secondo tempo raccoglie un grande lancio di Bastoni  e firma il 2 a 0 che chiude la partita. 

Tutti i giocatori nerazzurri meritano un voto alto, a eccezione probabilmente di Lautaro Martinez. L'argentino è un giovane calciatore che ha una buona potenzialità e può crescere, deve diventare più freddo sotto porta. 
I goal come quelli non fatti contro Firenze, Roma e Juventus possono pesare per il risultato finale della stagione.

Bassano Giancarlo