Nelle ultime tre partite la squadra ha dimostrato di avere ripreso il filo interrotto a Empoli a fine dicembre. 
Dopo la vittoria di Parma e il caos avvenuto nei giorni seguenti, la squadra è entrata in campo vincendo e giocando da squadra nelle tre sfide contro il Rapid Vienna e la Sampdoria. La squadra sta giocando in maniera compatta e con la grinta giusta, quella che dovrebbe sempre avere. 

Spiccano le prestazioni di Perisic e Nainggolan. I due stanno offrendo le prestazioni all'altezza delle loro aspettative. Nainggolan assist con il Parma e goal decisivo contro la Sampdoria, Perisic assist contro la Sampdoria e contro il Rapid  e goal contro gli stessi austriaci.   

Mi ha impressionato la foga agonistica contro cui Perisic ha giocato contro la Sampdoria. Più di qualche commentatore ha detto che sta giocando contro Icardi. Non so se sia vero, se lo fosse non denoterebbe grande professionalità anche se, come già scritto in altri articoli, il suo atteggiamento del mese scorso è stata una conseguenza dei comportamento di Icardi per il rinnovo del contratto accentuato dalle gravi parole dell'agente in diretta tv. 

Lo spogliatoio è fatto di certe dinamiche che un capitano deve saper gestire. Ma sopratutto deve saper comportarsi e dare il buon esempio.
Putroppo il fatto che non abbia capito cosa ha sbagliato lui e dove ha sbagliato la moglie e il fatto lo porta ancora a non chiedere scusa al gruppo e in questo modo si autoesclude dal gruppo. In questo momento la società sta cercando di riportare il giocatore nello spogliatoio, ma io penso che sia veramente dura. Per me dovrebbe stare sino a fine stagione in tribuna, ma capisco che la società debba cercare di non disperdere il valore patrimoniale del giocatore.
Perchè il calcio è un gioco collettivo, e la forza della squadra è espressione di un gruppo di giocatori che sono concentrati sul campo e giocano per i compagni prima che per se stessi.

A cominciare da Firenze, l'Inter deve giocare con la furia agonistica che abbiamo visto contro la Sampdoria. Perchè raggiungere la Champions è fondamentale. Senza Icardi non sarà facile, ma è lui che si è autoescluso. 

 

Bassano Giancarlo