Eccoci che torniamo a parlare di Serie A, in attesa del big match Milan-Juventus che non ci dirà chi è la più forte, anzi ci porterà a vedere come la squadra più informa della Serie A si comporterà contro una delle peggiori difese, anche se poi per molti sarà l'opposto, quindi un Milan forte delle sue convinzioni che impatterà in modo pesante contro una Juventus che fa ridere i polli, si vince, ma lasciamo stare il vincere con grande abilità.

Ieri abbiamo visto in tante gare molte situazioni strane, ma se l'Inter alle 12, dopo una partenza di medio basso livello, ha poi sormontato e affossato il Crotone con una tripla del mattatore Lautaro Martìnez, nel pomeriggio la Lazio impatta, ancora con un rigore messo a segno da Immobile, contro il Genoa e perde quei punti importanti per restare attaccato al treno scudetto: l'1-1 va più bene al grifone che ai capitolini. D'altra parte la Roma si mette di vittoria alle spalle dell'Inter. Il Napoli soffre ma alla fine strappa i tre punti sul campo del Cagliari, squadra in difficoltà ma difficile da battere, almeno sul suo campo. L'Atalanta torna per un attimo quella dello scorso anno e schianta il Sassuolo con una manita assurda, che l'addio al Papu sarà un toccasana?
Alle 18 scende in campo il Milan sul terreno del Benevento e se in molti ci aspettavamo uno schiacciasassi, si vede ben altra squadra, molto fortunata soprattutto per le reti mangiate dalla squadra campana, e non parliamo solo di un rigore buttato fuori da incompetente da Caprari, ma del palo in una prima occasione con botta da fuori area, e un gol fatto da due passi ma la testa lo porta a fare un tacchetto e sbagliare un gol fatto da Roberto Insigne (entrambe le occasioni).
Il Milan alla fine ha avuto le sue opportunità, giocando per gran parte in 10 per un fallaccio di Tonali, che grazie al Var viene espulso, altrimenti l'arbitro non avrebbe visto e avrebbe ammonito, con uno Schiattarella che viene ammonito, solo per aver chiesto il rosso, giusto, ma in questo caso forse si poteva togliere, avendo ragione. Il Milan va in vantaggio per un errore del difensore Tuia, rigore netto, che Kessie mette a segno, ma per gran parte della gara sembra dominare in campo, anzi un plauso alla squadra campana che esce sconfitta immeritatamente, il Milan vola di nuovo in testa, il gruppo conta tanto e si vede, Pioli si porta a casa l'ottavo risultato positivo in questo campionato, sette vittorie e un pareggio. Fa pensare che il milgiore in campo è Schiattarella del Benevento. 

La sera non porta buone nuove, la Juventus vince contro l'Udinese, un 4-1 che potrebbe far pensare ad una passeggiata, ma se non fosse stato per un Rodrigo De Paul, che sbaglia in occasione di tre reti su quattro reti dei bianconeri, la gara verrà di nuovo ricordata per i soliti passaggetti dal centrocampo alla difesa e conseguenti palle lunghe di Bonucci, oltre alla solita rete fastidiosa subita, che porta a 14 subite in campionato in 14 gare di campionato, cosa che irrita e non poco. 

Cosa dire?
Certamente che l'Inter se continua a credere nelle sue carte potrebbe a breve riprendere il Milan, che non sembra davvero così irresistibile, anche se come ben sappiamo la fortuna fa parte del gioco, anche la Juventus ha vinto alcuni scudetti perchè gli diceva sempre bene, ma forse nessuno ci ha fatto caso, il Milan è in netto calo, non si vede a occhio nudo, ma chi non tifa Milan se ne accorge e non poco, ieri il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, visto che a pari occasioni, se non qualcosa in più, il Benevento con un portiere che nemmeno in B giocherebbe... si è visto e non poco il calo rossonero.

La Roma sale con il Napoli e quest'anno sembra poter tornare tra le prime 4, l'Atalanta ritorna, ma non sappiamo se davvero sarà di nuovo tra le quattro di testa, male la Lazio sempre più nel pericolo fuori dal tutto, dietro la Juve che sale quel poco, ma ripeto, tra fine febbraio e inizio Marzo sarà tra le prime tre.
Chi si aggiudicherà lo scudetto? A mio avviso ancora la Juve!
Buon 2021!