E' vero, mancano ancora 2 mesi e qualche giorno, ma l'Inter del futuro è già cambiata, ed anche tanto.

Centralmente in difesa la squadra è migliorata, l'arrivo di de Vrij al posto di un Lisandro Lopez, che quasi sicuramente non verrà riscattato, alza l'asticella di difficoltà per tutte le squadre che ci sbatteranno contro in Italia e, finalmente, in Champions League.

Le voci su un possibile arrivo di Dembélé invece trovano il scetticismo più totale da parte di tutti gli interisti. La continua ricerca nel corso del mercato estivo del classico Felipe Melo della situazione è diventata un clichè di poco gusto ormai. La zona mediana del campo è al completo numericamente, può essere migliorata, ma non è la priorità, soprattutto se si parla di 30 Milioni per Dembélé.

Gli addii (momentanei?) di Cancelo e Rafinha lasciano un vuoto in mezzo al campo, letteralmente. Se il Portoghese viene sostituito da Asamoah, la trequarti alle spalle di Icardi rimane vuota, complice anche l'addio annunciato dallo stesso Joao Mario. Quindi quando in Tg vi mostrano l'Inter del futuro con Lautaro Martinez alle spalle del Capitano, mettete almeno il muto.

Siete davvero convinti che Spalletti elimini la figura del trequartista per far giocare insieme Icardi e Lautaro?

Al tecnico di Certaldo non piacciono le due prime punte davanti alla porta, l'ha evidenziato più volte che Mauro rischia di perdere spazio uscendo troppo fuori dall'aria, e lo fece anche notare quando commentò le scelte tattiche di Ventura dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. I tempi del 4-4-2 stile Manchester United sono finiti purtroppo, Spalletti esalta le caratteristiche individuali dei singoli nerazzurri, ma nel momento in cui si parla di fase difensiva non c'è Karamoh o Gabigol che tenga. 

Quest'ultimi due prima o poi, sperando più prima che poi, dovranno prendere il posto di Eder e Candreva, e perché no, magari difendendo anche meglio di loro.

La risposta la troveremo attraverso il mercato, i mancati arrivi di trequartisti porteranno l'Inter ha cambiare volto, altrimenti Lauraro prenderà semplicemente il posto di Pinamonti, giocando più spesso ovviamente.