I Romanisti e i Laziali non saranno d’accordo ma penso che probabilmente quest’anno nel paradiso entreranno Milan e Inter, come paradiso intendo la tanto, desiderata qualificazione alla Champions çeague ovvero l’acceso al calcio che conta!Il problema non sta ad attribuirsi agli allenatori, ma alla disponibilità finanziaria societaria, il calcio di oggi purtroppo dipende sempre di più dai fatturati, e per raggiungere certi fatturati bisogna saper investire, condizione necessaria, senza investimenti prima o poi si esce dal calcio che conta.

La Roma è stata bravissima ad autofinanziarsi facendo trading con i cartellini dei calciatori non capendo che pero’  prima o poi la fortuna finisce ( Salah, pjanic,naingolan,strootman,allison,rudiger etc..) e non ci si può solo basare sulle plusvalenze dei calciatori. La Juve è stata la prima a capirlo (dalla costruzione dello stadio all’arrivo di Cr7) e ne ha raccolto i frutti da ormai 7 anni...non avendo avversari degni visto gli ultimi anni dei patron milanesi. Il Milan con Gazidis è sulla retta via l’Inter idem con Suning. La Lazio ,di cui non si può far altro che lodare il duo Lotito Tare ,è sulla falsariga della Roma e secondo me verrà seguita presto dal Napoli se Delaurentis non invertirà rotta...morale della favola non prendetevela con Inzaghi o Di Francesco perché il ridimensionamento è dovuto ad una totale assenza di programmazione di aumento del fatturato, e se quest’anno forse una delle romane riuscirà  ad arrivare  quarta continuando con questa politica l’anno prossimo penso che saranno entrambe escluse. Tifosi romani non illudetevi o si cambia proprietà ( inutile criticare quelle attuali perché evidentemente più di così propio non possono fare) o sarà di nuovo Juve Milan Inter e ogni tanto,qualche sorpresa!