Sczesnzy 6: para nell'unica occasione in cui è impegnato, ma non può nulla sulla ribattuta. Ordinaria amministrazione.

Cuadrado 7: è il valore aggiunto della Juventus in questa fase della stagione e, come d'abitudine, è il più competitivo in Europa. Prezioso.

Bonucci 6: meno sicuro del solito, è preso d'infilata sul gol, ma non solo per colpa sua. Più intraprendente in avanti sui calci piazzati. Stanco.

De Ligt 5.5: in queste partite un intervento sbagliato può fare la differenza. Soffre poco, ma a volte pecca di distrazione. Rivedibile.

Alex Sandro 6: strappa la sufficienza in virtù del tiro da fuori che porta al gol, soluzione in cui la Juve è carente. Fa anche un ottimo cross, ma nulla più. Sufficiente

Khedira 5.5: meno lucido e incisivo del solito, dal suo cambio in poi la Juventus cambia marcia. Involuto.

Pjanic 6.5: alla distanza si fa notare di più e conferma di aver preso fiducia e ritmo in questa stagione. Una domanda: perché non è lui a calciare le punizioni di prima? Sprecato.

Matuidi 5,5: mena e corre per tutta la partita, senza troppo costrutto. Buona intesa con Alex Sandro, ma un po' di approssimazione in fase offensiva. Insufficiente.

Bentancur 7: il voto è in gran parte costruito nel secondo tempo. Quando giocherà stabilmente come mezzala farà grandi cose. Promettente.

(Rabiot 6.5): fa tutto discretamente bene e aumenta senza dubbio il tasso tecnico del centrocampo. Da valorizzare

Dybala 7.5: due voti in più per i due gol, tra i pochi decisivi in Europa in ben cinque stagioni. Per il resto partita piuttosto anonima, come centravanti è davvero poca cosa in Champions. Speriamo venga impiegato meglio. Incoraggiante.

Ronaldo 5: mezzo voto in meno per ogni punizione calciata sulla barriera. La colpa, però, va divisa con chi lascia fare questa cosa incomprensibile.Tanto impegno, ma poca sostanza. Pasticcione.

(Higuain 7): poche chiacchiere, insieme a Cuadrado è il valore aggiunto della Juve, soprattutto in Europa. Decisivo

(Bernardeschi) 5.5: tira sempre centrale e alla fine del recupero gestisce malissimo una situazione, da cui la Lokomotiv poteva trarre vantaggio. Stagnante.

Sarri 5.5: in Europa c'è ancora tanta strada da fare per essere veramente competitivi, ma è comprensibile e inevitabile che ad ottobre vi siano margini di crescita. Però la Champions non aspetta e stasera s'è rischiato il tracollo. Incomprensibile che Pjanjc non calci le punizioni, l'allenatore non può rimanere passivo. Cocciuto