Il Newcastle United è una squadra simbolo del calcio inglese, che per lunghi periodi nel corso della sua storia è stata annoverata con merito tra le più grandi squadre d'oltremanica, riuscendo a vincere numerosi titoli nazionali. Oggi tuttavia, complice una proprietà che non riesce a competere con le holding che controllano gli altri top-club inglesi, è da tempo che non lotta più per certi traguardi ed i Megpies, soprannome dei giocatori del Newcastle, sono soltanto una discreta squadra che punta ad una salvezza tranquilla. Tutto però sembra poter cambiare con l'acquisizione, che pare imminente, del club da parte di nientemeno che il principe ereditario dell'Arabia Saudita Mohammad bin Salman Al Sa'ud, inutile dire che le ambizioni sarebbero altissime e le quantità di denaro immesse nelle casse societarie sarebbero elevatissime, per portare il club a grandi successi, scatenando una vera e propria gara con Manchester City e PSG, dietro le quali vi sono le altre grandi personalità arabe che operano nel calcio europeo.

Questo è il progetto che io, se fossi a capo dell'area sportiva del Newcastle, attuerei al fine di permettere al club di tornare ai fasti d'un tempo, con l'obiettivo di rientrare in quella stretta cerchia che sono i top-club inglesi e di competere nel giro di un paio d'anni per la vittoria della Premier League.

Partiamo dalla guida tecnica: non confermerei Steve BRUCE. Penso che per gli obiettivi posti sarebbe necessario un profilo di un altro tipo, più internazionale e soprattutto molto più tattico. L'allenatore sul quale punterei sarebbe Ernesto VALVERDE. Conosciuto per la sua grande attenzione nella costruzione della manovra e per la sua maniacale cura dei dettagli, non credo avrebbe problemi ad ambientarsi in un paese estero considerando le passate esperienze in Grecia e in Portogallo. Sarebbe perfetto per la Premier poiché possiede un elevato pensiero tattico, sa far giocare bene ed offensivamente le sue squadre.
Normalmente ora elencherei le cessioni che andrei ad effettuare, ma data la scarsa importanza dei giocatori che comporrebbero questa classifica e l'ammontare poco elevato che si andrebbe a raccogliere, evito di appesantire l'articolo.

Passiamo quindi ai giocatori che comprerei, saranno top-player importanti che è inutile nascondere sceglierebbero il Newcastle principalmente, per non dire esclusivamente, di fronte ad una ingente proposta d'ingaggio:

  • Dusan VLAHOVIC per 30 mln: centravanti che non ha bisogno di presentazioni, tutti lo conosciamo benissimo, ha solo ventun'anni e oggi come oggi tra gli u23 nel suo ruolo solo un certo Haaland gli è superiore. Con questo autentico fuoriclasse, e non sto esagerando, il Newcastle avrebbe almeno 20 gol a stagione assicurati per il prossimo decennio. Ha già annunciato che non rinnoveràa Firenze, quindi arriverebbe anche a un prezzo di favore.
  • Ousmane DEMBELE a parametro 0: in scadenza, visti i problemi finanziari del club e il rendimento pessimo avuto, lascerà a 0 il Barcellona nonostante sia stato pagato follemente 105 mln 5 anni fa. Tuttavia a Newcastle in una piazza con molte meno pressioni sono convinto che torneremmo a vedere il fuoriclasse visto a Dortmund e al Rennes ormai tanti anni fa e se tornasse veramente quel giocatore sarebbe un affare pazzesco, parliamo di un'ala sia dx che sx, ambidestro, velocissimo, dal dribbling fulmineo, dotato di un tiro potente e preciso, insomma di un giocatore incredibilmente completo e ancora giovane, ha 24 anni.
  • Marcelo BROZOVIC a parametro 0: altro giocatore che arriverebbe a zero e altro giocatore che non ha bisogno di presentazioni. L'Inter è in difficoltà evidenti a livello finanziario e non potrebbe competere con l'offerta faraonica che farebbe il Newcastle per assicurarsi uno dei centrocampisti migliori della Serie A, perfetto collante tra difesa e attacco, regista intelligente e grande interditore.
  • Pau TORRES per 60 mln: difensore centrale roccioso e imponente del Villarreal e titolare nella Spagna, parliamo di uno dei difensori che si sono messi maggiormente in mostra in tutto il panorama europeo nell'ultimo anno, chiunque lo prende fa un colpaccio.
  • Robin GOSENS per 20 mln: va a scadenza nel 2023, una volta convinto del trasferimento con un cospicuo ingaggio, l'Atalanta per non perderlo a 0 dopo un anno sarà costretta ad accettare un pagamento minore alle proprie richieste. Così il Newcastle si andrebbe a prendere uno degli esterni sinistri più forti d'Europa, un vero treno sulla fascia capace di segnare e servire assist con una frequenza che sarebbe comune ad un trequartista, letteralmente perfetto per la Premier.
  • Nahuel MOLINA per 20 mln: terzino destro in forza all'Udinese e titolare nell'Argentina con la quale è campione del Sudamerica in carica, è uno dei profili più promettenti a livello mondiale nel suo ruolo.
  • André ONANA a parametro 0: sembra vicino all'Inter, ma come per il discorso su Brozovic non sarebbe difficile batterli sul tempo e così andrei a coprire la porta dei Megpies con un ottimo portiere, dotato di grandi riflessi ed eccellente nel gioco con i piedi

In tutto si spenderebbero 130 milioni, più un monte ingaggi da top-club, ma non sarebbe certamente un problema per un fondo che fa riferimento al regno dell'Arabia Saudita.
In conclusione, seguendo il piano di calciomercato appena esposto, la formazione ipoteticamente titolare che Valverde avrebbe occasione di schierare il prossimo anno sarebbe la seguente, un suo classico 4-3-3 con (tra parentesi le riserve):

  • POR - André Onana (Woodman)
  • TD - Nahuel Molina (Krafth)
  • DCD - Jamaal Lascelles (Shar)
  • DCS - Pau Torres (Fernandez)
  • TS - Robin Gosens (Lewis)
  • CD - Sean Longstaff (Hayden)
  • MED - Marcelo Brozovic (Shelvey)
  • CS - Joe Willock (Almiron)
  • AD - Ousmane Dembele (Fraser)
  • PUN - Dusan Vlahovic (Wilson)
  • AS - Allan Saint-Maximin (Joelinton)
  • Allenatore - Ernesto Valverde

Questa squadra, completa in ogni reparto e caratterizzata dalla presenza di giocatori complementari l'un l'altro in tutti i ruoli, oltre che da un allenatore come Valverde che per pensiero tatticopersonalità e stile di gioco ha tutto per imporre la sua mentalità in Inghilterra, ha tutte le carte in regola per giocarsi sin dal primo anno l'accesso alla Champions League e per arrivare nel giro di poche stagioni ad essere annoverata come una delle migliori compagini della Premier League.

Commentate scrivendo cosa ne pensate e, in caso, voi cosa cambiereste.