In un certo senso, quello che accadrà nei prossimi giorni fra Milan e UEFA era già scritto da febbraio del 2015, quando spuntò un signore tailandese, Bee Taechaubol, il cui patrimonio era stimato in meno di 100 milioni di euro, che si impegnò ad acquistare il 49% delle azioni rossonere per la modica somma di 500 milioni di euro. Uno spiantato, in termini di grande finanza, che voleva comprare a un prezzo folle meno della metà di una società già indebitata, per condividerne il passivo senza speranza di utili. E' un broker, si disse, non gestisce soldi suoi, come se chi non gestisce soldi propri, ne potesse trovare per perderli in operazioni scriteriate. Poi Mr. Bee svanì e si disse che, essendo un broker, non aveva trovato i soldi. E avrei voluto vedere, di fessi in giro non ce ne sono tanti!

Poi iniziarono le voci di misteriose sette orientali, le Leghe dei Cinesi anonimi, che davano vita a cordate per arrivare lassù sulle montagne fra boschi e valli verdi. Si parlava di Robin Li, Jack Ma, Alì Babà, Bibì e Bibò, nonchè del Capitan Coccoricò. Si materializzarono invece quei... signori Li, che si impegnarono per cifre folli, quantomeno per acquistare l'intera società, tuttavia. Dopo un anno, comunque, quei signori Li, scomparvero... svanirono come era svanito Mr. Bee, lasciando un'ulteriore marea di debiti prodotti da quei grandi capitani d'azienda che rispondevano (e rispondono) ai nomi di Fassone e Mirabelli.

Ah, en passant, Bee e quei... signori Li avrebbero dovuto aprire scuole calcio e ristoranti Milan in Oriente, secondo accreditati e professionali menestrelli, quelli che suonano le ninnenanne di Brahms ai tifosi. Ne avete visti voi? Ma tiramm innanz...

Giunse Elliott che, secondo i menestrelli, avrebbe messo in riga la UEFA inviando alle trattative manager gestori di favolosi portafogli. Dopo un primo successo al TAS, però, il fondo Elliott (che rientra fra gli Hedge Fund, detti Fondi Avvoltoio nel gergo degli affari, per far capire quale sia l'impostazione aziendale) ha concluso "Che sole cocente, tengo voglia e' fa niente!". Ha quindi fatto sapere alla UEFA che, se occorrevano loro dei fessi che si facessero escludere da una coppa europea per mostrare al mondo che il massimo organismo europeo è cosa seria e si fa rispettare... be' c'era il Milan. Il City darà battaglia e alla fine la spunterà, sotto la minaccia di una nuova sentenza Bosman, in quanto il FPF è attaccabile alla luce del diritto comune, soprattutto europeo. Per l'ennesima volta nella sua storia, i rossoneri si presteranno a fare da esempio calandosi cinicamente le braghe.

In cambio il Milan otterrà lo zuccherino ovvero il nuovo termine del break-even al 2022 e non più al 2021. La cosa non è irrilevante, perchè consentirà a Gazidis, Maldini & co. di impostare questa stagione senza dover necessariamente vendere Donnarumma, Suso e chi altro ha mercato con l'acqua alla gola, ma fingendo di essere quasi disinteressata alle cessioni... almeno per un po'... almeno per un po', chiaramente. In attesa di un compratore, credo.

Qualcuno, un illustre menestrello munito di cetra e violino, ha detto che è meglio saltare un'Europa League oggi per essere sicuri di fare la Champion's l'anno prossimo. L'ennesima ninnananna di Brahms per prendere in giro se stessi e i tifosi, perchè nulla assicura che, non disputando l'Europa League oggi, si finisca in Champion's domani. E parafrasando quel che disse Churchill dopo gli accordi di Monaco, in cui l'Europa mollò la Cecoslovacchia a Hitler, si potrebbe dire che Elliott poteva scegliere fra la guerra e il disonore. Ha scelto il disonore e non è detto che non abbia anche la guerra.

Dai nomi che si fanno per la campagna acquisti, credibili viste le cifre contenute in ballo, Maldini e i suoi potranno fare un buon lavoro con buoni risultati. Su questo non ho molto da dire.

Ma è evidente che il Milan si è appena gettato ai piedi del giudice e sta implorando la clemenza della corte con assoluta mancanza di dignità. Era scritto dai tempi di Mr. Bee ed è rimasto scritto con le Leghe dei Cinesi Anonimi, quelli che, secondo certi buontemponi, portavano avanti un progetto del Governo Cinese per insegnare il calcio nelle scuole.

Andate dietro a questa gente, fatevi addormentare dalle ninnenanne... andateci pure e sogni d'oro!