L'Europeo è finito, la Coppa torna in Italia dopo 53 anni, e dopo il carosello di ieri per le vie di Roma si comincia a pensare al mercato che verrà da oggi in poi. 

Ieri nelle varie interviste ai Campioni d'Europa, alla richiesta a Manuel Locatelli, da parte di Alessandro Bonan, su quando si sarebbe sposata la sorella, riceve la risposta "Si sposa l'otto Agosto. Con qualsiasi squadra in cui andrò chiederò un permesso per andare a vedere mia sorella sposarsi. Non ho mai pensato al mercato, quando ti giochi una competizione così importante non puoi non pensare a quello. Da domani penserò al mercato. Fa piacere, la Juve è una grandissima squadra ma ora tifo Italia". Tra gli scoop, Gianluca Di Marzio, che lo sta intervistando, svela la fede calcistica del centrocampista azzurro, juventino da sempre. Locatelli quindi ha ben spiegato con le sue ali verso la Torino bianconera, almeno a parole, e già avrebbe chiuso ad una nuova permanenza al Sassuolo. Carnevali, Ds del club, aveva ben spiegato che nella settimana scorsa avrebbe incontrato Federico Cherubini, ds Juventus, con il quale avrebbero trovato la soluzione migliore per Locatelli. Si parla sempre di Radu Dragusin nella trattativa, valutato 10 milioni di Euro dal club bianconero, più cash, si parla di una cifra che balla tra i 28 e i 30 milioni di Euro. Questo diviene l'unico ostacolo per il quale il Sassuolo potrebbe rifiutare, ma che per il volere del ragazzo non si sente di alzare un'asta, visto che al di fuori della Juventus, Locatelli non accetterebbe altre soluzioni. Nelle settimane scorse, infatti, a Sassuolo sono arrivate, oltre a quella bianconera, altre tre offerte importanti, quella del PSG, Barcellona e Arsenal, pronte ad accontentare il club neroverde che chiede una cifra tra i 40-45 milioni di Euro, ma le trattative cadono fin da subito contro il volere del centrocampista, che ha ripetuto alla società che ho va alla Juventus o resta al Sassuolo. Ma perchè Locatelli ha detto no all'estero? Non c'è un vero mistero, perchè il giocatore ha ben detto che non vuole lasciare il belpaese più volte, ringraziando chi lo segue, e che ogni città dei club sarebbe una bella destinazione, ma per stare vicino alla sua famiglia e per la volontà di voler restare in Italia, avrebbe rifiutato a priori qualsiasi destinazione fuori dalla nazione italiana. Locatelli, quindi dovrebbe a giorni passare alla Juventus, che potrebbe spingersi a inserire oltre a Dragusin un altro giovane che provenga dalla Primavera o dall'Under23 per arrivare alla cifra richiesta, non superando, almeno cash, i 30 milioni di Euro. 

Ma se Locatelli sembra sul viale di Torino, per Inter e Milan non sono ancora certi i nomi dei sostituti di Achraf Hakimi e Hakan Calhanoglu. Ad oggi tanti nomi, ma nessuna certezza. L'Inter per la sostituzione di Hakimi avrebbe due opzioni; Il nome richiesto da Simone Inzaghi è quello di Manuel Lazzari, ventisettenne esterno destro della Lazio, che Lotito valuta non meno di 20 milioni di Euro. L'altra soluzione, quella della società, è Hector Bellerin, ventiseienne terzino destro spagnolo dell'Arsenal, che avrebbe chiesto la cessione ai Gunners, e che vedrebbe di buon occhio un passaggio alla società nerazzurra. L'Arsenal, sta facendo di tutto per convincere Bellerin a rimanere in biancorosso, ma qualora il giocatore continui a rifiutare, per la cessione chiederà non meno di 25-28 milioni di Euro. Il Milan da parte sua ha visto Calhanoglu passare sull'altra sponda di Milano, e ancora non ha trovato un degno sostituto. I nomi che si sono fatti, ad oggi, sono; Hakim Ziyech e Josip Ilicic. Il centrocampista ventottenne marocchino del Chelsea, sarebbe il nome forte, e si spingerebbe forzando sulla volontà del giocatore. Nell'ultima stagione blues, soltanto 23 presenze e 3 reti, che hanno portato un leggero malumore al centrocampista, che chiuso dall'arrivo in panchina di Thomas Tuchel, e gli sarebbe stato consigliato, dal tre volte pallone d'oro Marco Van Basten, di chiedere la cessione. Ziyech approdato al Chelsea nella passata stagione, pagato 44 milioni di Euro all'Ajax, potrebbe partire per non meno di 38 milioni di Euro. Sul giocatore si certifica anche l'interesse forte della Roma di Josè Mourinho, al quale il centrocampista marocchino non avrebbe chiuso la porta. La seconda scelta in casa Milan è più di ripiego, il nome di Josip Ilicic non scalda i cuori rossoneri, il giocatore sloveno, ai ferri corti con il tecnico Gasperini, è pronto a cambiare squadra. Il trentatreenne sloveno, sarebbe ben contento di fare il suo ultimo contratto da calciatore in un club importante come quello rossonero, ma forse nello scacchiere del Milan, sarebbe l'ultimo tassello se non si riesce a trovare un giocatore all'altezza di Calhanoglu. Ilicic negli ultimi due anni ha avuto due momenti importanti, nel primo caso scappo in Slovenia con l'Atalanta che si stava giocando campionato e Champions, e poi si venne a sapere che la moglie lo avrebbe voluto lasciare, cadendo in una crisi depressiva. La seconda, i continui risentimenti muscolari che lo hanno stoppato nell'ultima stagione. 

Nasce la Roma di Mourinho, dal Wolverhampton è ufficiale l'arrivo del portiere Rui Patricio, trentatreenne portoghese richiesto dal tecnico. Il prossimo acquisto a breve dovrebbe essere Granit Xakha. Del ventottenne centrocampista svizzero dell'Arsenal, se ne parla già da parecchie settimane, si è attesa la fine del campionato d'Europa della Svizzera. L'Arsenal ha già rispedito al mittente l'offerta da 15 milioni di Euro della Roma, rilanciando a 20, però sembra girare aria di ottimismo, si potrebbe chiudere intorno ai 18 milioni di Euro, con la spinta del giocatore attratto dal progetto Mourinho. Chiesto il prestito di Alex Telles al Manchester United, per coprire l'assenza di Leonardo Spinazzola, si attende la risposta dei red devils. Il ventottenne terzino sinistro brasiliano è la prima alternativa al nazionale italiano, che ne avrà almeno per i prossimi 6 mesi.