Dalle mosse della Juve si delinea quella che dovrebbe essere lo schema di gioco con cui Sarri la manderà in campo. A centrocampo, sembra ovvio che con 6 uomini sicuri in rosa più due in possibile uscita, Matuidi e Khedira, Sarri schiererà tre uomini. Benché io straveda notoriamente per un assetto simile a quello del Barcellona di Guardiola con il mediano difensivo davanti alla difesa e quelli di piede buono a far gli "interiores", le mezzeali di costruzione del gioco (Xavi non giocava come Pirlo davanti alla difesa ma faceva regia, come Modric, dalla posizione di mezzala destra), Sarri ha l'abitudine di usare un regista centrale attorno a cui far gravitare il gioco di possesso, i famosi 150 palloni che governati da lui gli permettono la fase difensiva a partire dalla sottrazione del pallone agli altri. E quindi credo che Pjanic giocherà laddove lo impiegava Allegri, Emre Can, che avrei visto bene lì, con Pjanic e Ramsey ai suoi lati, invece credo che sarà impiegato alla Allan e Kanté, come uomo del contropressing, necessario alla riconquista più rapida possibile del pallone. Benchè dal punto di vista fisico anche Rabiot non scherzi, e risulti più tecnico del tedesco, Sarri come detto nei suoi terzetti di centrocampo un Vecino, un Allan, un Kanté ce lo ha sempre messo. E non mi sorprenderei se dovessero essere gli altri due, Rabiot e Ramsey, a giocarsi il terzo e ultimo slot da titolare. Con il gallese, più mobile, più tecnico, più capace di portare gol, per me titolare indiscutibile al netto della efficenza fisica che garantirà.

In difesa, se al centro c'è solo da capire chi tra Bonucci, lo svantaggiato, e Chiellini, non foss'altro perchè è il capitano della Juve, starà fuori con la certezza e, vista la fragilità fisica del Chiello, all'ultimo anno, sia Rugani che Bonucci le loro chance le avranno, e se Alex Sandro sarà titolare certo a sinistra, con Pellegrini pronto a farlo rifiatare, la fascia destra è un rebus. Cancelo, lo sappiamo, nella fase proattiva del gioco è dominante, tra i più forti, se non il più forte terzino del mondo. Ma è anche l'uomo dalla comprovata sindrome da disattenzione cronica, e in una difesa a zona l'attenzione è tutto. Cederlo d'altronde per un Darmian mi sembra un passo indietro, cederlo per un Trippier poco lungimirante considerato che ha 27-28 anni e costa oltre 35 milioni... più della metà dei soldi che si incasserebbero da Cancelo. Diverso se si scambiasse con Semedo, ma perchè il Barcellona dovrebbe, anche se lo tiene in panchina, scambiare il titolare della Nazionale portoghese per la sua riserva?

In attacco credo che i titolari siano Dybala, Ronaldo e Douglas Costa. Di DC11 sappiamo dove giocherà, è un'ala, sinistra o destra, e quindi si piazzerà a destra se si sceglierà di provare Dybala da centravanti, e ovviamente Ronaldo starà a sinistra. A sinistra se Ronaldo occuperà il posto di centravanti. Io non penso che Sarri spenda chiacchiere a casaccio, non interpreto, mi sembran cristalline da sè le frasi della conferenza stampa in cui dichiarò che voleva far batter a Ronaldo il record di segnature in serie A, insomma farne il nuovo Higuain. E' vero che può farlo anche da esterno sinistro, ma negli schemi di Sarri il terminale offensivo è il 9, gli esterni lavorano alla costruzione e definizione del gioco. E se Ronaldo starà dove credo, in mezzo, senz'altro compito che tagliar dentro l'area a far da terminatore del gioco, e per conseguenza Douglas Costa starà all'ala sinistra, a Dybala sarà chiesto di far da trequartista sì ma alla Insigne, defilandosi sulla corsia destra. Un ruolo che se non gli chiediamo gli strappi sulla fascia, ma intepretandolo come lo scugnizzo, vendnedo incontro per il fraseggio, tagliando dentro per rifinire o concludere, è nelle sue corde. Dei 25 gol della sua stagione top, la 17-18, tolti i rigori e le punizioni, appena 3-4 gol son stati segnati attaccando la porta da prima punta, nella gran parte dei casi o ha sfruttato il centravanti che gli ha aperto il campo attraendogli i difensori, o ha fatto gol attaccandola l'area dalla trequarti destra, sfruttando l'attrazione che la difesa avversaria subiva verso il lato opposto del campo, insomma Douglas Costa attraeva uomini e lui andava al tiro sfruttando la intelligenza posizionale e il tiro secco sfruttando la superiorità numerica che gli creava il brasiliano. Oppure segnava attaccando in prima persona per dar la stoccata tagliando verso l'area dalla trequarti. Un ruolo che credo sia nelle sue corde, non gli faccia pestar i piedi con gli altri due, e credo faccia bene alla squadra che avrebbe tre sbocchi, due esterni, lui e Douglas Costa, per far salire ed allargare la difesa avversaria, ed uno interno dove Ronaldo potrebbe offrire alla squadra anche il colpo di testa che la Joya non possiede e che sarebbe un peccato non sfruttare con la potenza di esterni che possediamo. Questo spiegherebbe anche la facilità con la quale si rinuncia a Higuain e si è messo sul mercato Mandzukic senza disdgnare di dare il via libera anche allo stesso Kean se uno degli altri due facesse fatica ad esser piazzato.