Quando molti pensano che un Mauro Icardi così non lo prenderebbe nessuno, che prendere Icardi significa prendere anche una rompiscatole come Wanda Nara, ecco che spunta una squadra pronta a portarlo a casa.
L'Inter sembra aver cominciato a pensare alla cessione dell'argentino subito dopo il primo screzio, il primo chiacchiericcio di Wanda Nara in tv a Tiki Taka, quando dopo aver accusato la società di aver ceduto l'attaccante alla Juventus e rimasto soltanto per il suo volere, ritorna alla carica con un pianto greco pochi mesi dopo per dire che il marito non sarebbe mai voluto andare via dell'Inter perché tifoso nerazzurro, il pianto cresce quando interviene in diretta Beppe Marotta, che in poche parole dice che ci sarebbe stato un incontro a breve per mettere tutto in tranquillità.
Il DS dell'Inter come tutti hanno pensato in quel momento ha detto quelle parole per far zittire Wanda Nara in tv, visto che più sarebbe andata avanti nei racconti, più il posto di Icardi sarebbe peggiorato sotto tutti i punti di vista, cosa poi accaduta realmente, visto che l'attaccante ancora non ha messo piede in campo da quel dì.

Ma passiamo oltre, quando domenica alla Domenica Sportiva dopo la gara Inter-Lazio (0-1) al microfono dell'inviato interviene Borja Valero, che dopo aver fatto una breve riesamina della partita, si sente chiedere di Mauro Icardi e sulla sua esclusione dalla rosa. L'esperto centrocampista spagnolo aggira il tutto, ma colpisce nel punto giusto, cosa che avrà fatto male solo all'attaccante, quando dice in poche parole che le cose che succedono nello spogliatoio devono restare nello spogliatoio e non buttate ai quattro venti. Mauro Icardi sembra oramai un pesce fuor d'acqua e questo lo accuserà quando ritornerà in campo, quando quei tre-quattro capitanati da Ivan Perisic non gli rivolgeranno nemmeno la parola, visto che il croato per chi ricorda bene riprende un Politano che esulta come Icardi strigliandolo come un padre ad un figlio che gli dice di non bestemmiare, stessa cosa. Quindi Icardi è rientrato in gruppo, forse la prossima partita farà i suoi 45 o 50 minuti in campo, ma per lui sembra sempre più sicura una cessione a fine stagione.

Il Manchester United se ne frega della telenovela

Chi sembra fregarsene di tutto è il Manchester United, che mentre è in atto questo litigio tra Inter-Wanda Nara-Icardi-Perisic si butta a pesce e chiede la cessione dell'attaccante nerazzurro.
La notizia la riporta il Sun - testata giornalistica inglese - il club inglese ha fiutato l'affare, visto che se prima l'Inter non ci pensava minimamente a cedere il suo attaccante e capitano, dopo avergli tolto la sicurezza di essere un titolare fisso, dopo avergli tolto la fascia e messo fuori rosa, adesso tuto potrebbe cambiare. Quei 110 milioni della clausola rescissoria potrebbero sparire con un batter d'occhi, visto che nessuno fino ad oggi ha mai messo tale cifra con un Icardi a pieno regime, pensare adesso ad una squadra pronta a mettere tale cifra sembra ancor più impossibile. Lo United quindi non avrebbe nessun problema a fare un'offerta all'Inter, ma non quei 110 milioni di Euro, ma molti meno, molti. Come pochi sapranno il Manchester a fine stagione dovrebbe o potrebbe fare a meno di un attaccante tra Romelu Lukaku e Rashford. Sull'attaccante belga c'è addirittura una Juventus pronta ad affiancare a Cristiano Ronaldo un attaccante possente sotto tutti i punti di vista, così che lo United sarebbe pronta con i soldi ricevuti a dare l'assalto a Mauro Icardi.
L'offerta... Come detto i 110 milioni non li raggiungerà nessuno, quindi neanche lo United che potrebbe tranquillamente arrivare a tale offerta, si presenterà con un'offerte simile, piuttosto si pensa ad una cifra tra gli 80-85 milioni di Euro, cifra che aiuterebbe l'Inter stessa a distaccarsi dal giocatore senza polemiche, cessione, come una richiesta d'aiuto del club nerazzurro per non cederlo a cifre più basse, per non tener più questo 'caso' in rosa, distaccare definitivamente le luci puntate per colpa di Wanda Nara e tornare nella normalità come la maggior parte dei top club. Staccarsi da Mauro Icardi a fine stagione per l'Inter sta diventando un 'Credo', una cosa da fare per riportare tranquillità a tutto l'ambiente, togliendosi un peso di non poco conto e portando un attaccante meno polemico - il nome di Edin Dzeko accostato ai nerazzurri - e più incisivo dell'argentino.

Come sappiamo Icardi in Italia era ambito da Juventus e Napoli, ma sia i bianconeri che i partenopei vorrebbero rinunciare a Wanda Nara, vero pericolo per l'acquisto, visto che il giocatore non sembra volersi staccare dalla moglie-agente e questo sposterebbe soltanto un giocatore da una città ad un altra ma non la moglie chiacchierona in tv, far sapere a tutti i cavoli della squadra dove gioca il marito è una cosa che blocca tutti i desideri dei due club.
Icardi comunque ha ripetuto in modo definitivo che lui il bianconero non lo vuole indossare per rispetto ai tifosi dell'Inter e che se proprio dovesse andare via dall'Inter vorrebbe giocare all'estero. Il Manchester United è tutto orecchi.