INTRODUZIONE

E’ ufficiale Mauro Icardi è stato ceduto al Paris San Germain per una cifra vicino a cinquanta milioni di euro più otto milioni di bonus con il resto di due in fila per tre. Il Club milanese: quello meno titolato della storia europea - mediante un comunicato stampa - ringrazia sentitamente il campione argentino augurandogli il meglio per il proseguimento della sua avventura professionale. Dopo sei lunghe e difficili stagioni all’ombra della Madonnina - coronate da zero titoli ma vissute intensamente tra i laghi di Como, Lecco e il terrazzo di casa in Zona Isola - si chiude un recente capitolo per la gloriosa storia nerazzurra; Oggi più di ieri, cari lettori, sembrerebbe una storia a lieto fine da raccontare a tutti i tifosi, soprattutto a quelli orfani del triplete; Di sicuro una favola moderna grazie alla sapiente regia di Peppe Marotta e del suo compare de lu munnu cittadino. Pensateci su, perché solo il calcio - più di qualsiasi altro sport al mondo - è capace di realizzare quello che alla politica non è concesso di fare: lanciare un messaggio di speranza per il futuro in tempi così difficili e complessi come quelli che stiamo vivendo.

DALL’ALTRO CAPO DEL MONDO

Nel freddo mese di Febbraio, solo pochi mesi fa, il tasso di disoccupazione americana era appena del 3.5%. Pensate, cari lettori, il più basso da cinquant’anni a questa parte. Tutto ciò grazie a Trump, il grande Presidente degli Stati Uniti d’America nonché l’uomo del pianeta più discusso tricologicamente parlando. Ad Aprile, solo per colpa dei Cinesi, negli USA la disoccupazione tra le donne è salita fino al 15,5% e quella tra gli uomini al 13%. Persino nel nuovo mondo, ormai vecchio, la solita discriminazione di genere.

IN EUROPA

Le cose non vaglio meglio nel Vecchio Continente. In Germania, infatti, la disoccupazione è salita al 5,8%. Al contrario, per fortuna, in Italia arrivano gli assistenti civici per controllare gli affollamenti durante la fase 2 della pandemia. Intanto la Corte dei Conti - attraverso una relazione tecnica - ha bocciato il Reddito di Cittadinanza perché il numero di posti di lavoro trovati in un anno e mezzo sono poco più di 40 mila per un costo totale di circa 8,5 miliardi di euro.

A questo punto - solo per la fase tre - suggerisco di prenderci Trump - anche se diversamente pettinato - per poi in cambio spedire negli Usa il Ministro degli Affari Regionali, l’On. Francesco Boccia e l’On. Gigi Di Maio nonché ex Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali.  Signora, le do due fustini italiani al posto del suo americano. No grazie tengo il mio anche se spettinato.

NEL MONDO DEL CALCIO

Considerando l’attuale contesto sociale ed economico, l’operazione di mercato tra l’Inter e il Paris - a parere dello scrivente - può considerarsi come una buona opportunità per tutti gli stakeholder. A Mauro Icardi la prestigiosa maglia numero 9 - con lo scalpo eccellente di Edison Cavani - in più, un modesto aumento di stipendio che passerà da 10 a poco più 12 milioni di euro all’anno.

IL MIO STIPENDIO

Per quanto mi riguarda, eh già, non mi posso proprio lamentare anzi sono molto soddisfatto per lo stipendio percepito in questi 2 mesi di Cassa Integrazione. Poco più di 1000 euro al mese. Cosa posso chiedere di più dalla vita? Niente! E allora perché non utilizzare, per sempre, la Cassa Integrazione unica forma di merito e democrazia in Italia?

NEL CALCIO UNA PLUSVALENZA VERA

Per le casse neroazzurre la cessione del bomber argentino frutterà una notevole plusvalenza di 48.127.774 milioni di euro da iscrivere al prossimo bilancio.

TUTTI FELICI E CONTENTI

Tutti felici e contenti compreso Mr. Antonio Conte che si è tolto dallo spogliatoio un leader scomodo da gestire; certamente di difficile collocazione in campo. I tifosi neroazzurri possono tirare un grande sospiro di sollievo perché il bomber argentino è stato ceduto all’estero.

Un segnale forte e chiaro da parte della dirigenza nerazzurra: L’Inter nei prossimi dieci anni punterà tutto sulla conquista dello scudetto……..

TUTTI FELICI E CONTENTI A PARTE……

Il Dr. Stefano Agresti che, controcorrente, naviga da solo il fiume dell’intelletto: “L’Inter gode per essersi liberata di Icardi, il miglior goleador degli ultimi 30 anni: una follia”;

Ebbene…ritenendo di non essere all’altezza, vorrei rispondere ad Agresti con la personalità più tecnica nonché competente di Mr. Oronzo Canà, inventore del 5-5-5:

IL CANNIBALISMO SESSUALE (AMARCORD)

Il cannibalismo sessuale è una pratica piuttosto diffusa tra gli animali che consiste nell’uccidere il partner subito dopo l’accoppiamento. Un esempio classico è quello della mantide religiosa di sesso femminile che, durante l’atto sessuale, decapita senza pietà il maschio per cibarsi della testa e del corpo orribilmente mutilato.

Il motivo? Semplicemente per metabolismo cellulare. La femmina per sopravvivere ha bisogno di una fonte d’energia ricca di carboidrati subito dopo l’accoppiamento.

È successo anche a me. No, No. State calmi. Non traete conclusioni affrettate. Cosa diamine state pensando? Maliziosi che non siete altro, Fino a oggi - lo giuro - non ho “mai” decapitato nessuna donna almeno fisicamente. In passato, però, come la mantide religiosa sono ricorso al cibo durante o dopo un’attività sessuale “impegnativa”.

Non ci credete? Provate con lo zabaione ma attenti agli effetti collaterali: un bel mal di pancia non ve lo toglie nessuno se esagerate con le uova.

Ricetta per due persone:

  • 2 tuorli d’uova;
  • 40 grammi di zucchero;
  • Vino liquoroso, quanto basta.

Versate tutti gli ingredienti in un boccale e “sbattete” con vigore fino a quando il contenuto diventa cremoso.

Bon appétit

Persino gli animali di sangue “blu” non disdegnano della pratica del cannibalismo sessuale; difatti uno studio recente sulla riproduzione dei “polpi” ha osservato che il polpo femmina prima soffoca con i suoi tentacoli il maschio per poi portarlo, esanime, nella tana per nutrirsene.

La femmina di polpo - per via del tutto eccezionale - può essere quantomeno giustificata perché la carne di questo cefalopode è gustosissima soprattutto se cotta in umido in una “pignatta” di terracotta con l’aggiunta delle patate.

Ricetta per due persone:

  • 500 grammi di polpo “fresco”;
  • 200 grammi di pomodori pelati;
  • 350 grammi di patate;
  • Olio extravergine d’oliva: quanto basta;
  • Una cipolla;
  • Vino Bianco: quanto basta;
  • Pane di Altamura o Laterza: quanto basta.

Bon appétit

La lista degli animali “cannibali” è lunga e segue regole ben precise. L’unica certezza? Le femmine lo praticano più dei maschi.

“Attenzione cari maschietti - un po’ come le amate sigarette - le donne nuocciono gravemente alla salute.”

Non solo per il regno animale anche in quello umano sono possibili vittime a causa del cannibalismo sessuale.

IL CASO ICARDI MAURO (LA VITTIMA):

Icardi? La verità di Wanda: “Non sono io la cattiva della storia. E con l’Inter ci lasciamo senza tradimenti...

Caratteristiche del maschio “decapitato”:

Mauro Icardi nasce il 19 Febbraio 1993 a Rosario, in Argentina. Soprannominato “El niño del partido”. Punta centrale, forte fisicamente, nonché letale sotto rete come una puzzetta in una stanza chiusa. L’unico difetto? Quando gioca per la squadra non gli tira il pistolino perché il ragazzo preferisce un rapporto intimo, da solo, con il portiere avversario anziché un ménage à trois; tuttavia se in astinenza, di rado per la verità, non disdegna di fornire assist per i compagni perché gli fanno tanta ma tanta tenerezza: i vari Perisic, Candreva e Keità il pallone non lo mettono dentro nemmeno a porta vuota. Fascianoooo!!!

Cresciuto nel settore giovanile del Barcellona, Mauro ha potuto ammirare da vicino fenomeni “assoluti” del livello di Messi, Ibrahimović e Henry. Tanta carne per gli occhi sognanti di un adolescente sudamericano. Nella stagione 2011/2012 il cartellino della giovane promessa blaugrana è acquistato da Riccardo Garrone, il presidente della Sampdoria, per una somma di denaro (trecentomila euro) nemmeno sufficiente a comprare un bilocale in Zona Navigli.

Nella acquario di Genova - in solo due stagioni - il diciannovenne argentino si mette in mostra realizzando “ben” undici marcature di pregevole fattura: come quando il 6 gennaio 2013, con due alfajores argentini, sfonda il “panaton” della Juventus capolista.

Nemmeno fosse un vasetto di pesto alla genovese che al “bauscia”, Massimo Moratti, gli viene subito l'acquolina in bocca:

“Ecco qua: tavolo ribaltante, taac! Sedia rotante, taac! Posto per juventini che non ci sono, tacc! Tovaglia nerazzurro….taac tac, tac tac….! Piatto Fabriano, tovagliolo extra strong, bicchiere di plastica, taac! Vino cartonato, taac! Spaghetti pronto uso, contorno surgelato, taac! Tonno e grissini per tagliarlo, taac! E per dessert, taac, un bel bonifico da 13 milioni d’euro per comprare il ragazzino argentino che ha purgato gli odiati rivali bianconeri. Ah, questa sì che è vita….tacc…!”

Nella stagione 2013/2014 il bomber di Rosario è un calciatore dall’internazionale per una cifra pari a tredici milioni d’euro. Non sono mica bruscolini?  Al contrario un investimento sicuro per un giovanotto “single” di belle speranze. Tifosi, dirigenti e presidente si augurano che il ragazzino possa diventare presto il degno erede del connazionale Diego Milito che in carriera con l’Inter ha vinto tutto quello che c’era da vincere:

  • Campionato Italiano: 1
  • Coppa Italia: 2
  • Supercoppa Italiana: 1
  • Uefa Champion League: 1
  • Coppa del mondo per club: 1

Agosto, 2013, riflessioni e pensieri di un ragazzo di vent’anni:

Mauro Icardi: “Vi assicuro che trovarsi d’estate, da soli, a Milano non è una bella sensazione. Anche se la gente crede che i calciatori siano accerchiati da amici, non è così. L’amicizia è una cosa seria, e quando sei famoso è difficile trovare una persona che non sia più interessata alla tua popolarità che alla tua persona”.

Mauro ha le spalle larghe e talento da vendere al miglior offerente; Il suo maggior pregio? Una forza mentale degna di un monaco tibetano. Sotto porta è un killer spietato che azzanna mortalmente la povera vittima; In sei stagioni mette a segno 124 marcature in 219 presenze, risultando per due volte capocannoniere della massima serie:

  • 2014-2015: 22 goal
  • 2017-2018: 29 goal

Il tecnico interista Roberto Mancini, il 23 Agosto 2015, strappa la fascia da capitano dal braccino corto e glabro di Ranocchia per metterla con merito sul braccio di Mauro Icardi: il miglior calciatore della rosa nerazzurra. Nella stagione 2017-2018, la valutazione del bomber argentino sfonda il tetto dei cento milioni d’euro. Dopo tre anni felici, cinque mesi e 18 giorni da protagonista in casa nerazzurra, tutto inaspettatamente cambia dal giorno alla notte: Sliding Doors.

Luciano Spalletti, un morto che cammina, toglie brutalmente la fascia da capitano al marito di Wanda Nara.

RITORNO AL PASSATO

Catania, 15-8-2013

Wanda Nara è una femmina prosperosa d’origine argentina. Ventisettenne e sposata “felicemente” con il connazionale Maxi Lopez. Quest’ultimo bomber esperto del Catania anch’egli con un passato a Barcellona. Con il primo grande amore, il biondissimo argentino, la show girl argentina concepisce tre bellissimi bambini: Valentino Gastón, Constantino e Benedicto.

Galetotta fu una gita in barca - in una calda e afosa giornata d’estate - la donna s’innamora “perdutamente” di un ragazzo argentino di sette anni più giovane. Il suo nome è Maurito, un ragazzino di bella presenza e soprattutto di grande prospettiva perché un talento emergente del calcio mondiale.

Wanda Nara: “Mauro guarda che noi per Ferragosto andiamo con Gonzalo Berghessio e sua moglie in barca a fare un giro alle isole Eolie, vuoi venire?”.

Maurito: “Certo che voglio!”.

“Il matrimonio è come una trappola di topi: quelli che sono dentro vorrebbero uscire, e gli altri girano intorno per entrarvi”. (Citazione: Giovanni Verga)

Ma i protagonisti di questa storia non hanno nulla a che spartire con il “grande” drammaturgo siciliano. Se dovessi proprio scegliere una regia mi sentirei di scomodare - sempre se non si offenda - la figura meno ingombrante di Claude Pinoteau.

 

IL TEMPO DELLE MELE

“Durante quella breve vacanza è accaduto un episodio significativo: mentre mi trovavo da solo al secondo piano della barca, sdraiato sul lettino ad ascoltare un po’ di reggae, cumbia e bachata, Wanda è arrivata all’improvviso e si è seduta al mio fianco, senza nessun imbarazzo. Abbiamo parlato di musica, continuava a dirmi: «Cambia, metti Reality di Richard Sanderson».

Chiudete gli occhi e, con un po’ di fantasia, immaginate la scena davanti ai vostri occhi:

Wanda Nara interpreta il ruolo di Vic Beretton, la ragazzina vergine di tredici anni che da pochi mesi frequenta lo yacht di un biondissimo e ricco calciatore del Catania.

Mauro Icardi interpreta il ruolo di Mathieu - nonché il ragazzino con la peluria sotto il mento e le ciglia folte alla Caccamo - del quale s’innamora perdutamente Vic Beretton.

SULLO YACHT 

A prua dello yacht Lopez, i figli, Berghessio e la moglie si scatenano in tuffi e bagordi sulle note del pezzo di Rovazzi: “Andiamo a comandare! Tuz. Tuz. Tuzzz”.

A poppa dello yacht - in un clima quasi surreale - la dolcissima Vic (Wanda Nara) è intenta a far indossare le cuffie del suo smartphone a Mathieu (Mauro Icardi) con in sottofondo la dolcissima reality:

“Dreams are my reality”

“I sogni sono la mia realtà”

“Dreams are my reality”

“I sogni sono la mia realtà”

 

IL LIETO FINE

“Io e Wanda ci siamo fidanzati il giorno dopo: il 27 ottobre, numero che poi mi sono tatuato sul braccio

Per festeggiare riavvolgiamo il nastro:

“Dreams are my reality”

“I sogni sono la mia realtà”

“Dreams are my reality”

“I sogni sono la mia realtà”

 

CONCLUSIONE

Icardi è un nuovo calciatore del Paris Saint-Germain, questa volta a titolo definitivo, con buona pace di tutti e soprattutto del dr Stefano Agresti………

Perché? L'amore vince su tutto anche sul Direttore di www.calciomercato.com

“Dreams are my reality”

“I sogni sono la mia realtà”

“Dreams are my reality”

“I sogni sono la mia realtà”

 

Arsenico17