Lo scudetto è anche loro. Dei gregari. Quei giocatori che quando sono stati chiamati in campo hanno sempre fatto il loro dovere e hanno sempre dato il loro contributo. Bravo Conte a farli  sentire parte del progetto e bravi loro a dare tutto in campo. 

Ranocchia
Andrea era presente nell'Inter che vinse la Coppa Italia nel maggio 2011 e fa parte della squadra che torna a vincere alzando lo scudetto nel 2021. Tanti anni all'Inter, ha avuto anche l'onore di avere la fascia di capitano della gloriosa maglia. Un grande professionista che ha sempre dato tutto, anche nei momento difficili.  
In questa stagione si è sempre fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa. A Bologna, in casa contro il Benevento, a Genova con il Genoa. Affidabile.

D'Ambrosio 
Arrivato nel 2013, anche Danilo ha fatto un percorso di impegno e umiltà nella sua storia nerazzurra. Negli ultimi 4 anni in cui la squadra è cresciuta in maniera esponenziale arrivando a vincere lo scudetto, lui  non solo ha contribuito con dei salvataggi clamorosi come nel derby di ritorno nel marzo 2019 contro il Milan su Cutrone, ma anche con uno dei goal pesanti come quello fatto alla Lazio nella gara del maggio 2018 che ha permesso alla squadra nerazzurra di tornare a giocare la Champions.
In questa stagione segna tre goal pesanti: il goal vincente contro la Fiorentina nella prima giornata, il raddoppio che chiude la partita a Genova contro il Genoa e  il goal che ha permesso all'Inter di andare in vantaggio a Cagliari. Prezioso.

Darmian 
Matteo Darmian ha fatto una stagione strapositiva. Incide nello scudetto con due goal pesanti contro Cagliari ed Hellas Verona e con il  rigore procurato contro il Napoli che ha permesso alla squadra nerazzurra di portare a casa tre punti pesantissimi. Ha dimostrato grande duttilità giocando sia a sinistra che a destra ma anche come terzo di difesa come ha dimostrato contro il Sassuolo.
Nella partita svolta a Reggio Emilia gioca a destra bloccando Boga. Meraviglioso.

Gagliardini 
Gagliardini  è un giocatore che quando è sceso in campo ha dato il massimo e ha sempre lottato con grande  umiltà  facendo anche qualche bel goal come contro il Benevento e la Sampdoria. Non sempre i giocatori titolari sono a disposizione nel corso  di una stagione. Quindi serve l'aiuto anche di giocatori che accettano di aspettare il il loro turno in panchina continuando a lavorare in maniera importante in allenamento. Quando è stato impiegato titolare ha sempre portato a casa l'ampia sufficienza. Soldato.

Sensi 
Sensi è un giocatore di tale qualità che forse definirlo un gregario è riduttivo. Ma quest'anno lo è stato. Ha giocato poco per i problemi fisici che lo hanno tormentato. Io spero che non abbia più di questi problemi fisici perchè è un giocatore che ha qualità e che sa giocare la palla. Il suo contributo al diciannovesimo lo ha dato. Nelle gare di andata contro Cagliari, Napoli, Spezia e Crotone il suo ingresso ha determinato la svolta delle partite per la squadra nerazzurra. Per il futuro può essere un arma ancora più importante. Talismano. 

Young
La sua esperienza è servita. Meglio nel finale di stagione con qualche assist vincente come quello contro il Sassuolo per Lukaku. Nonostante gli anni al Manchester United da protagonista, ha mostrato sempre grande dedizione e umiltà non pretendendo il posto da titolare. Ha sempre dato il massimo quando  ha giocato. Utile.

Vecino 
Matias non ha mai giocato sino alla partita contro la Sampdoria se non scampoli di partita, ma in questi 4 anni il suo contributo lo ha dato, come il colpo di testa che ha permesso all'Inter di tornare in Champions League. O come la grande prestazione nel derby del marzo 2019 vinto 3 a 2 sul Milan dove oltre a segnare dominò a centrocampo permettendo alla squadra  nerazzurra di far suo il derby che di fatto sarà decisivo per la seconda qualificazione in Champions League consecutiva. Tanto contributo e sostanza. Indimenticabile. 

Vidal 
Non avrà giocato tanto e sicuramente forse Conte si aspettava di più, ma scrive il suo nome nello scudetto: il suo goal contro la Juventus è indimenticabile. La sua esperienza è stata utile sopratutto fuori dal campo. Maestro. 

Kolarov
Se un gruppo cosi giovane ha vinto un campionato in maniera così straordinaria, la presenza di giocatori esperti come la sua e quella di Vidal è stata sicuramente utile durante il percorso. Saggio. 

Radu, Pinamonti e Padelli. Potranno raccontare di essere stati nel gruppo meraviglioso 2020-2021 che ha stravinto lo scudetto con 4  giornate d'anticipo.

Bassano Giancarlo.