Ci sono alcuni giocatori che appena accarezzano il pallone provocano, nei cuori calciofili di chi li osserva, dolci ed immediate sensazioni. Uno di questi è senz'altro Hakim Ziyech, talento cristallino di 25 anni, nato a Dronten in Olanda ma da famiglia emigrata dal Marocco, sua nazionalità scelta e rappresentata in questi Mondiali russi. Parliamo del talento dell'Ajax poichè è il giocatore che più, in quest'estate di mercato, riempie forum di siti specializzati e addirittura porta numerosi tifosi a postare suppliche dirigenziali su alcuni social, dove i tanti ammiratori italiani lo sponsorizzano ad ogni occasione.

Saranno dunque rimasti contenti i tifosi della Roma quando, anche sui quotidiani di oggi, avranno letto di un accordo (o promesso tale) raggiunto da Monchi con Mustapha Nakhli, manager del funambolo marocchino, per un prossimo trasferimento nella Capitale che comunque, per essere formalizzato, dovrà affrontare numerose insidie aventi il nome e le maglie di Napoli, Marsiglia e Valencia.

Dicevamo del talento di questo giovane fantasista: ebbene, dire che la palla viva in simbiosi con il suo sinistro probabilmente è dire ancora poco. Dribbling da Moment, tiro preciso e aggraziato come pochi se ne vedono in questo periodo di calcio tutto muscoli e corsa, e una fantasia che lo accompagna anche nell'attimo in cui si scambiano le maglie a fine partita.

Difatti quando si osserva giocare questo ragazzo si ha sempre l'impressione che il tempo si fermi e la fanta-immaginazione vada al potere ordinando al piede fatato del nostro, giocate che soltanto pochi possono prevedere, una sorta di Thelonious Monk seduto al piano a produrre ritmi veramente  recepibili da poche menti prescelte. Ieri un esordio da dimenticare per il Marocco, ma Hackim si è meritato, ad esempio, un 6,5 in pagella, secondo La Gazzetta dello Sport.

Ci saranno altre occasioni, dunque, per farci vedere quelle progressioni da tenere il fiato sospeso e quelle improvvise e illuminanti palle al bacio servite da un prescelto del dio Joga bonito. Uno capace di servire 17 assist nell'ultimo campionato, del resto, può soltanto provenire da una mente illuminata. Saremo noi i fortunati tifosi che lo potranno ammirare nel prossimo campionato? Auguriamoci di sì.