Forse sarò il primo a dirlo, forse sarà come al solito ripresa da qualcuno, e a me poco importa, perché dico sempre ciò che penso senza pensare al pensiero altrui.
Detto questo mi porto alla partita di sabato sera, che io non ho seguito in tv, ma in radio. La cosa che mi ha colpito è stata l'assistente alla telecronaca, che l'impeccabile Francesco Repice ha condotto senza un pelo di errore, infatti lui è fuori discussione.
In discussione però c'è 'l'insentibile' Fulvio Collovati.

Partiamo dal fatto che per essere la spalla tecnica di un telecronista ci dovrebbe essere l'equità al confronto delle due squadre in campo, quindi Inter e Milan, quindi uno che non tifa o ha giocato con Inter e Milan per essere più giusto possibile. Come sappiamo il caro Fulvio ha giocato nella sua carriera nell'Inter per 4 anni dal 1982 al 1986, rimanendo molto legato ai colori nerazzurri, visto che lui è presente spesso in trasmissioni dove si parla prettamente di Inter, poi se qualcuno lo ha letto è stato un Luis Figo della situazione (passato dal Barcellona al Real Madrid) è passato nel 1982 dal Milan all'Inter, quindi il dente avvelenato verso quei colori che a suo tempo lo portarono ad andare via da quella squadra e accasarsi dagli odiati cugini nerazzurri.
Fulvio Collovati non può nascondere le sue simpatie verso l'Inter e lo si vede quando l'Inter viene attaccata in alcune trasmissioni, quindi perchè metterlo in una telecronaca dell'Inter?

Sabato sera la partita andava noiosamente avanti, visto che sembrava più uno scapoli vs ammogliati che un Inter-Milan, quando Francesco Repice domanda a Collovati cosa ne pensava di Lukaku in quella partita, che nel frattempo non aveva fatto nulla di eclatante, lui fa capire che Lukaku non è in giornata e quindi è uno dei peggiori in campo.
Fino lì nessuno può obiettare, visto che in radio il nome del belga nel primo e metà del secondo tempo si è sentito tre-quattro volte in tutto. Passiamo quindi agli ultimi 20 minuti, con il risultato di Inter 1 Milan 0.
L'Inter sta dominando, ma di Lukaku nessuna traccia.
Minuto 78' Nicolò Barella pennella al centro e Lukaku la butta dentro 2-0 Inter.

Adesso arriva il bello, Fulvio Collovati dice una cosa insentibile... "Con questo gol Lukaku è uno dei migliori se non il migliore in campo"... Dopo queste parole ho spento la radio.
Capisco che un può essere di parte, ma dire sfacciatamente che un giocatore inguardabile fino al minuto 78' diviene uno o addirittura il migliore in campo... mi lascia senza parole.
Collovati non è l'unico, ma è troppo sfacciatamente interista e quindi non un opinionista equilibrato.

Detto questo dico anche che in una telecronaca, la spalla del telecronista deve essere uno che non tifa o sostiene una delle due squadre in campo, specialmente il duo Collovati-Bergomi che lo sappiamo lo 'zio' è interista fino al midollo e di rosicate vicino all'amico Caressa sono state tante, anzi tantissime.
Quindi via gli ex calciatori e troppo tifosi delle squadre e dentro giornalisti che nessuno conosce e seri nel loro lavoro.