Anche una squadra piena di campioni e giocatori che prendono grandi ingaggi se non corre e non si sacrifica in fase difensiva fa fatica contro chiunque. Sul 3 a1 la partita era finita, bastava solo fare squadra e difendersi tutti sotto la linea della palla. Invece i tanti giocatori offensivi francesi hanno pensato bene di stare fermi immobili a metà campo ad attendere i palloni per fare altri goal. Niente di più sbagliato.

La Francia aveva vinto il mondiale in Russia anche perchè Deschamps era riuscito a convincere la squadra ad attendere nelle propria metà campo gli avversari per poi colpire in ripartenza. Memorabile la partita contro l'Argentina.
Invece ieri la squadra dopo il 3 a 1 è rimasta lunga e sfilacciata e la Svizzera ne ha approfittato, riuscendo a giocare negli enormi spazi lasciati dalla squadra francese. Il 3 a 3 è dovuto alla bravura e caparbietà degli svizzeri di non mollare mai  ma anche agli errori dei giocatori francesi che non si sono sacrificati e hanno permesso alla Svizzera di pareggiare.
Gli uomini di Deschamps potevano vincere lo stesso per l'immensità della rosa e per la differenza con la Svizzera, ma hanno pagato la troppa superficialità e la troppa pigrizia. 
La Svizzera se avesse segnato il rigore si sarebbe portata sul 2 a 0 e in quel caso sarebbe stata dura per la Francia rimontare come ha fatto. 
L'approccio della partita è stato pigro e svogliato, come se considerasse già vinta la partita
L'eliminazione è frutto di un atteggiamento sbagliato, che ha portato a tante distrazioni e a commettere errori grossolani.   
Perchè non basta essere i più forti. Bisogna dimostrarlo sul campo e tutti devono correre in tutte e due le fasi del gioco. Altrimenti esci anche contro squadre nettamente inferiori. 

Bassano Giancarlo.