Da quasi un anno non scrivevo sul mio blog di VxL, impegnato da altri progetti personali, ma di fronte allo SCEMPIO al quale stiamo assistendo in queste ore non posso stare in silenzio, sento il dovere di oppormi nel mio piccolo e invito chiunque legga questo articolo a fare lo stesso.

La neonata Superlega è una vergogna per lo sport mondiale, una deriva autarchica progettata dai potenti del calcio per rendere intoccabile la presenza dei loro club nella massima competizione europea, annullando il fondamento principale dello spirito sportivo: la meritocrazia.
Juventus, Inter, Milan, Real e Atletico Madrid, Barcellona, Liverpool, Manchester United e City, Arsenal, Tottenham e Chelsea vogliono fondare una massima competizione continentale nella quale loro sarebbero intoccabili, al di là di qualunque merito e a sfavore di qualunque altro club? Bene, la UEFA e la FIFA escludano queste dodici squadre e i rispettivi giocatori da ogni competizione nazionale e internazionale, così facendo vedremo quanto ci metteranno questi disertori autarchici ad abbandonare la loro folle lega dei plurimiliardari e tornare sul Pianeta Terra, l'idea della superlega per come l'hanno concepita è una vergogna: il calcio è di chi vince sul campo, non di chi ha il presidente più ricco.

I fatti a cui stiamo assistendo oggi sono il triste tentativo di un golpe sportivo operato da pochi potenti ai danni di tutti gli altri, il folle tentativo di instaurazione di una dittatura del calcio, la morte della meritocrazia e il trionfo dell'esserci in base a quanto è ricco il tuo proprietario.
I campionati, le federazioni nazionali e internazionali e anche i governi, come già giustamente stanno facendo, si devono ribellare estirpando questi club che puntano a creare un'oligarchia del calcio alla quale solo determinati eletti sono ammessi seguendo un semplice criterio: quanti soldi ha in banca il proprietario, altro che la cretinata del "blasone".
Per fortuna la UEFA è guidata da un presidente serio e competente come Ceferin che si è sempre opposto fermamente a questa follia anti sportiva, e ogni istituzione lo sta seguendo.

Io da quando sono nato sono un tifoso del calcio, ma di quello vero, di quello dove vincono i migliori sul campo.
Se vale lo stesso per voi, diffondete ovunque #NOSuperlega e #SALVIAMOILCALCIO