Continua la favola e il sogno dell'Atalanta, che vince anche a Valencia e si qualifica ai quarti di finale di Champions League.

Non male per essere la prima volta in cui la squadra nerazzurra di Bergamo disputa la massima competizione europea. Un doppio confronto in cui Gomez e compagni hanno realizzato 8 goal, in cui spiccano le sei reti di Illicic. 

Un risultato frutto di anni di lavoro e di grande organizzazione, senza spendere molto ma lavorando sul campo attraverso il lavoro dell'allenatore e la valorizzazione dei propri giocatori.

L'idea di calcio di Gasperini è pienamente messa in campo dai giocatori, che applicano in campo meccanismi e giocate assolutamente di livello e efficaci. Il movimento senza palla, gli inserimenti degli esterni e dei centrocampisti in area di rigore sono frequenti e realizzati in maniera esemplare. 

Un Valencia che è stato eliminato in maniera netta, senza discussioni. Già la partita d'andata aveva dimostrato la netta superiorità della squadra di Gasperini, che dopo le prime tre sconfitte nelle prime tre partite della Champions è riuscita a passare il girone e in seguito passare gli ottavi di finale.

Una squadra che segna a raffica e riesce a produrre un calcio divertente. 
Meglio di così? 

 

 

Bassano Giancarlo