Lunedì 8 giugno il consiglio federale ha stabilito i piani B e C da realizzare in caso di stop del campionato. Sono state respinte le richieste della Serie A, ed è stato deciso che se si stoppa il campionato entro il 10 luglio si faranno i playoff e playout, mentre se il torneo dovesse essere fermato oltre quella data, la classifica sarebbe stata definita attraverso l'algoritmo. La lega Serie A si è opposta ai playoff e play out, mentre anche sull'algoritmo ha mostrato perplessità. Ma un altro punto di discordia sono le retrocessioniLa lega serie A aveva proposto il blocco delle retrocessioni, proposta che è stata nettamente bocciata. 
E' su questo punto che vorrei concentrare  quest'articolo.   
Ammettiamo che il campionato venga fermato dopo il 10 luglio, il campionato verrebbe definito tramite algoritmo. Ma sarebbe giusto far retrocedere una squadra che si trova al terz'ultimo posto a pochi punti dalla quart'ultima?
Sarebbe un'ingiustizia clamorosa, anche perchè se si sono fatte promuovere squadre (Monza, Reggina e Vicenza) dalla C alla B perché avevano un vantaggio molto grande rispetto alla seconda, è giusto non far retrocedere squadre dalla A alla B che hanno pochi punti di svantaggio dalla quart'ultima. 
Non dico che le retrocessioni  devono essere bloccate in toto come proponeva la Lega Serie A, ma il consiglio federale avrebbe dovuto  determinare un tot di punti di distacco dalla quart'ultima, punti che una squadra avrebbe dovuto avere al momento dello stop del campionato per non essere retrocessa.  
Ad esempio, 5 punti. Se una squadra  ha cinque punti di distacco o meno dalla quart'ultima non retrocede, viceversa scende in Serie B.
In questo caso la Figc si è dimostrata poco equa, se è giusto promuovere Monza, Vicenza e Reggina per il cospicuo vantaggio ottenuto sul campo, non si capisce perchè una squadra che si trova a meno uno o due punti dalla quart'ultima debba essere retrocessa. 

I playoff e playout vanno contro il merito sul campo e anche in questo la Lega Serie A fa bene a opporsi. Perché Juventus e Lazio devono veder disperso il loro vantaggio accumulato sul campo rispetto alle altre?  
Scelte discutibili e ridicole. 

Bassano Giancarlo