Molti di voi umili lettori - quelli più belli e intelligenti nonché pettinati alla capa di Peppe - avranno notato la mia assenza “ingiustificata” da queste pagine calcistiche da troppi giorni, settimane e, addirittura, mesi nonché ore, minuti, secondi e istanti preziosi tanto da lasciar con il fiato corto. Dove sarà finito quel lupacchiotto spelacchiato di Arsenico17? Se lo chiedono in tanti. E ancora senza perdersi d’animo, nemmeno per un istante, perché l’appetito vien mangiando anche se udite e udite: papam! Nonostante abbiano le celle frigo piene di leccornie made in Italy che fino a qualche mese fa andavano a ruba (cannoli e cassatine siciliane, gnocchi fritti e polenta taragna), i ristoratori fanno la fame da mesi. I rischi del mestiere. Domande su domande sono giunte nelle ultime 24 ore al centralino di www.calciomercato.com, sempre più ficcanti e intasanti: “Vivo per Lei può fare a meno del suo miglior blogger?”. La risposta è un NO categorico. Un “no” sincero come quello ricevuto - una volta raggiunta la soglia dei 40 anni e bloccati dalla paura degli “anta” - dalla vostra compagna in una notte calda di giugno, luglio, settembre e in una fredda di ottobre, novembre, dicembre, gennaio, febbraio e in una temperata di marzo e infine aprile ove è risaputo che è dolce la prassi del dormir.
Ebbene questa è la news principale del giorno, nonché quella più importante di tutte. Adesso lei della Redazione mi metta subito in prima pagina la mia foto sorridente nonché quella più rassicurante di tutte al fine di tranquillizzare i lettori di questo blog. E nel contempo mi metta tutte le picture più terrificanti di tutti gli altri blogger in modo che io possa vincere a mani basse.
Eventualmente, dico a lei grafico di sto web, con Photoshop mi aggiunga una parrucca pettinata di colore biondo alla Brad Pitt e tendente al castano bruno modello Tom Cruise.

In giro ci sono argomentazioni di minore interesse, gossip di basso livello culturale e intellettuale, come quelle legate alle brutte storie personali di Matteo Renzi, Giuseppe Conte e il sig. Covid-19; Quest’ultimo zitto, zitto, quatto, quatto è passato a miglior revisione: la numero 21. La rivista Times gli ha dedicato persino una copertina nella quale il virus si è messo completamente a nudo: “Ce l’hanno tutti con me nonostante mio cugino, il virus influenzale, abbia sempre fatto nei secoli migliaia di vittime nel mondo!”.  
Oggi mi sento in vena di rivelazioni pericolose e con la presente vorrei svelarvi un segreto di Stato. E nella fattispecie, si, la vera procedura del Governo Conte per redigere un nuovo DPCM a fari spenti nella notte.  

Come ben saprete - lo spero ardentemente perché chi non si informa è perduto - a causa di mesi su mesi di bombardamento mediatico (persino da fare invidia ai profili messi insieme di instagram di Salvini, Ferragni, Lucarelli, Fedez, Canalis e della De Lellis) la propaganda statale vi informa che il virus (quello brutto e cattivo) si monitora attraverso due acronimi virtuosi: l’RT e il RO. Non mi chiedete cosa significhino perché sono tecniche di monitoraggio troppo all’avanguardia e voi non capireste nemmeno per via del vostro quoziente intellettivo molto basso rispetto a quello dei politici italici. Ehm e io sono soltanto un umile blogger dalla penna USB e dalle chiappe ben larghe. Da sempre amo le chiappe al vento e le ritengo una delle parti più espressive del corpo umano; molte volte addirittura una chiappa è più espressiva di un volto umano.  

Ebbene è clamoroso! Siii? Non è tutto oro colato quello che vi raccontano i mass media italiani e mondiali. No! Ma dai? E io, oggi, ve lo dimostrerò in anteprima mondiale su queste pagine per i calciofili allo stato patologico.  Ricordate quando eravate poco più che piccoli bozzoli alle scuole medie? Ebbene, eh sì, vi sarete sicuramente chiesti - immaginandovi durante l’unico momento di lucidità tra una gratificante grattata di palle e una noiosa lezione di religione - cosa cappero ci faccio qui sulla terra? Cosa c’è dopo la morte forse un’altra fregatura come la vita? Maria Maddalena è stata la moglie di Gesù Cristo o in realtà quella di Pippo Baudo? Come faceva una donna strafica come Ania Peroni a stare con un uomo, così calvo, come Bettino Craxi? Era lo stesso motivo per cui Maria De Filippi sta oggi con Costanzo? In questi casi specifici era una calvizia oppure un calesse? Non lo sapremo mai e forse è anche meglio non saperlo. E infine e non per ordine d’importanza: cosa mi servirà la matematica anche se essa non sarà mai il mio mestiere? Ebbene, signori e signore, nei favolosi anni novanta spopolava il sogno della porno amatoriale tra i vecchi banchi di scuola, quelli rettangolari di legno e metallo, non ancora rotanti. Tutti a quell’età sognavano Rocco Siffredi e spesso durante la giornata ci diventava Duran Duran perché eravamo soltanto dei Wild boys.

Alzi la mano chi tra voi non si è mai misurato il proprio organo sessuale con un righello? Ci esercitavamo, soprattutto di nascosto da amici e parenti, anche se non avevamo le competenze fisiche e intellettuali dei nostri eroi adolescenziali, dalla mattina alla sera in ogni luogo e in ogni dove, in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi e in tutto il mondo. Ahimè, in uno di quei rari momenti introspettivi della giornata, si racconta - venne dunque messo in un angolo il famoso fai da te? - nacque il sig. Valerio Scanu…… Quest’ultimo in seguito sarebbe diventato colui che avrebbe distrutto per sempre la credibilità del Festival di San Remo e i sogni di gloria di milioni di aspiranti vincitori del festival canoro più importante d’Italia e forse del mondo. Ma questo è tutt’altro discorso eventualmente da approfondire in #BarVxL. E io non voglio mettere troppa carne al fuoco almeno per il momento. Non digerisco le proteine decomposte a quest’ora della giornata.   

Ebbene oggi capirete finalmente, a distanza di anni, perché anche la Matematica sarà il vostro mestiere in barba a quel bell’imbusto di Antonello Venditti che a quanto pare negli anni passati non ne faceva una buona….
E nella fattispecie oggi, si, la materia scolastica più odiata dai letterati nonché da tutti i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, vi servirà per calcolare il terzo indicatore di Roby Speranza: quello appunto per determinare l’andamento della curva dei contagi in Italia. Siete pronti? Uno, due e tre shock! Beh, allora, cari lettori, cosa state aspettando? Mettete subito YouPorn a icona sulla barra degli strumenti del vostro portatile di periferia. Perché in Italia non si vive di sola masturbazione fisica ma soprattutto di quella intellettuale. Una domanda tecnica per voi. E avete soltanto diciassette secondi per rispondere; dopo di che la vostra pagina sarà aggiornata in automatico: Quanto fa ventuno meno diciannove? Due? Bravissimi! Lo sapevo che di voi mi potevo fidare. Avete visto che la scuola serve? Ehm adesso e quindi? Come dice da sempre il vecchio adagio: non c’è due senza il….? Tre? No la mazza nel sedere! Quella non manca mai. Quindi in base a questo metodo scientifico, nonché analitico, oggi si è determinato che ci aspetterà un 2021 scintillante sicuramente migliore della fine del 2019 e di tutto il 2020. Tutti in salute, nonché vaccinati a tradimento, nonché sopravvissuti a un virus influenzale molto aggressivo ma tutti morti di fame. E tutto questo per cosa? Per non essere catalogati in una fredda classifica giornaliera (meglio quella dell’INPS): quella ove i più forti vincono e i più deboli periscono secondo i dettami della legge dell’evoluzione della specie. Sai che novità in questa cinica società occidentale e consumistica? Fortunatamente non è sempre stato così. Infatti, da quando ci sono i 5 stelle al Governo, tutti hanno diritto a uguale dignità soprattutto chi dichiarava niente per poi, nel giro di pochi mesi, redigere una gran bella dichiarazione dei redditi da ben 100.000 euro all’anno. Il bello della Politica nonché l’unico settore merceologico al mondo ove è possibile fare una carriera scintillante da Ministro degli Esteri in così breve tempo…… Un uomo normale ci metterebbe diciassette vite per ottenere un delta di reddito da zero a cento in un anno solare. Ahimè sarebbe fantascienza per il 95% dei lavoratori italiani.  

Tutto questo trambusto per un fine nobile e cioè quello di non essere nella zona bassa di classifica: quella di destra per gli sfigati. Bensì quella che annovera tra le sue fila più 15.000 bambini, sotto i 5 anni, morti di fame ogni giorno. Nel mondo ci sono morti e morti e nello specifico quelli di serie A, B, C, D, E, F e così via in una sorta di sistema delle caste come quello indiano. Il fine ultimo per la società occidentale è quello di avere una dichiarazione dei redditi almeno sopra i 10.000 euro. Tutto il resto viene in secondo piano. Lasciamo per un momento le questioni di vita a Mino Fuccillo.  
Debbo essere onesto con voi perché mi avete sempre trattato bene e con il massimo rispetto. A parte, ahimè, tutti quelli nati sotto il segno del carro.
Tra i tre signori citati e cioè Matteo, Peppe e Covid…. Sì? Beh io e perché no? Di sicuro non saprei proprio chi mi stia più simpatico. Ma visto che siamo pur sempre in un blog di calcio è giunta l’ora di parlare di pallone. Per questo mi appellerò allo spirito di Mario Sconcerti. Mario se ci sei dall’aldilà batti un colpo…. E in anteprima mondiale stilerò una classifica di gradimento (dal più simpatico al più antipatico): 1) Covid-21; 2) Renzi Matteo; 3) Conte Giuseppe.

Ma ritorniamo subito all’argomento del giorno, nonché alla mia assenza ingiustificata da queste pagine virtuose. Tranquillizzo subito i milioni di lettori naviganti: sto bene. Non mi sono scancellato dalla piattaforma anche se l’avrei potuto fare con un semplice click. Il potere della scancellazione virtuale. E se in questo momento mi state leggendo non c’è più nient’altro da aggiungere alla questione. Ormai è un capitolo chiuso perché è un dato di fatto oggettivo e inconfutabile. Ma alla fine di tutto soltanto una domanda sorgerà spontanea nelle future generazioni: chi ha avuto ragione tra i tanti? Perché uno tra i tanti deve avere per forza ragione? Giusto? Mi sbaglio? Non è forse così? Beh è anche vero che la ragione spesso si dà soltanto ai fessi. Ma con la celebre frase del noto filosofo americano, il dr. Gump: “Stupido è chi lo stupido fa”; anche il fesso è stato messo in discussione come l’esistenza stessa della ragione. Ma lasciamo da parte i filosofismi gumpiani. La realtà dei fatti? Nel mondo tutto dipenderà sempre dalla condizione economica, religiosa, sociale e politica di ciascuno di noi. Detta in maniera povera, vorrei fare degli esempi al fine di mettere una buona tovaglia sul tavolo:   

  • Sei ricco sfondato e da fare schifo? Giustamente ti girano le palle a tirare le cuoia prima degli “anta” meglio i cento e perché no l’immortalità?
  • Sei un posto fisso e vorresti essere in lockdown per tutta la vita? Magari vivi al Nord ma grazie alla pandemia lavori da casa al Sud. Tanto ti bonificano sempre lo stipendio e che ti frega degli altri per di più spesso brutti e cattivi: gli evasori fiscali.  Tu vorrai sempre le misure restrittive nella tua vita statale;  
  • Sei una partita iva e ti girano le palle a tenere chiusa la serranda della tua attività? E cosa sarà mai una rata mensile di euro 923,90 con TAN FISSO di 7,62% e TAEG fisso a 7,89%.
  • Sei meritatamente in pensione, beh e allora ti annoi a restare in casa? Si perché in realtà hai sempre voluto vivere come Steve McQueen. E per questo motivo ti ritrovo a fare la spesa alla domenica pomeriggio, nell’ora di punta, all’Esselunga di Settimo Milanese;  
  • Ti senti un extracomunitario solo quando ti fa comodo? Nonostante il divieto di assemblamento nella tua città, dopo il lavoro io ti ritrovo sempre in centro - magari davanti alla Caserma dei Carabinieri - e in una mano c’hai la Maria e nell’altra una bella bionda ghiacciata…
  • Sei della Lega e vorresti come migliori amici Salvini, Meloni e Berlusconi al Governo? Chi sa che macello con questi tre, decisamente meglio farsi uno spinello.  
  • Sei del PD, 5 STELLE e vorresti stare con chiunque al Governo? Bravo, bravissimo perché per te l’importante è tenersi stretto lo stipendio;

Ehm e la cosa più triste di tutte lo sapete qual è? Che non possiamo farci proprio nulla. Voi ch'entrate prendetevi una bella mazza dritta nel didietro. Siamo tutti destinati alla conditio sine qua non: quella della miseria.
E dico anche giustamente per carità di Dio. Ci mancherebbe pure altro che un miserabile, l’ultimo tra gli ultimi, alzi la testa in uno stato così democratico come quello italiano.  
Nonostante io vorrei rassicurare soprattutto gli assenti per i quali ho sempre avuto un occhio di riguardo anziché due come per tutti i presenti. Vi informo che è mia ferrea intenzione, dopo uno sproloquio incomprensibile da rendere un segaiolo cieco, chiarire una situazione su tutte: per il momento non sono ancora passato a miglior vita nonostante il covid sia ogni giorno a bussare timidamente alle mie porte da almeno un annetto.

E allora un'altra domanda nasce spontanea. È giusto farsi condizionare da un virus? Per quanto mi riguarda, dico di No. È infatti io sono al lavoro per realizzare una nuova esperienza professionale e di vita. Non l’ho mai nascosto e non lo nego nemmeno in questo momento così delicato per la mia Regione d’adozione: la Lombardia. Il mio sogno recondito nel cassetto è quello di aprire un blog tutto mio ove parlare di tutto e di niente in un modo democratico. Magari informare che questo virus uccide per davvero. Non è uno scherzo! Magari dare la giusta risonanza ai medici e agli infermieri. Fare vedere a tutti che gli ospedali sono pieni di pazienti e non di allegri e spensierati individui in attività ludiche e ricreative. Tutto ciò per un fine ultimo nonché nobile: la verità costi quel che costi.    
E in prossimità dell’uscita dell’ennesimo DPCM vorrei scrivere: “La zona rossa è una punizione per tutta la Lombardia!”. 
Ma allora spiegatemi questo virus c’è o non c’è? Perché è una punizione la zona rossa?
E all’occorrenza in caso di Worm, Adware, Trojan, Spyware, Ransomware, Renzi e chiteBot nonché i mortacci vostri….. chiudere il mio blog a piacimento….anche per autopunizione, flagellazione e  masturbazione.
AAA L’Italia cerca costruttori di super cazzole con scappellamento a destra….
Ma per fortuna c’è Renzi biccozzzzzze dis uos de FORST reacsion SCIOCC…..biccozzzzzze in av maind evrifinchi is totali connectd widedh….

Mamma mia che dolore alle palle in questi giorni invernali. Non soffrivo di mal di palle dai tempi dell’adolescenza. A questo punto sapete cosa vi dico? Spero di morire di cancro, morbillo, cirrosi epatica, tumore alla prostata o aneurisma o dir si voglia.
Tutto tranne quello di vivere in un circo istituzionale; Salvini, Meloni, Di Maio, Azzolina, Speranza, Conte, Zingaretti, Renzi e compagnia bella?  Non vi sopporto più! A questo punto, decisamente, meglio morire di covid perché oggi è decisamente il male peggiore per gli italiani…e forse ci si può anche guarire.
Ma con l’attuale politica non abbiamo scampo e per questo motivo siamo tutti destinati a morire di fame……E a questo punto è meglio riderci su..... Sciokkkkk!

Arsenico17