Buongiorno Mondo!
Stamane si parte alla grande, si parte con il parlare di Champions League e della voglia di scendere in campo e dimostrare che le squadre italiane quest'anno daranno del filo da torcere a tutte le squadre europee partecipanti alla competizione.

Si parte alle 19 quando l'Inter al Giuseppe Meazza ospiterà lo Slavia Praga, squadra modesta della Republica Ceca e forse un ostacolo non proprio di grande valore.
L'Inter di Conte solo nel guardare la rosa dovrebbe sormontare fin da subito la squadra ceca. Antonio Conte è l'incognita di questa competizione, visto che tra Juventus e Chelsea ha avuto degli alti e bassi, in bianconero se ricordiamo uscì contro il Galatasaray nel 'campo' inguardabile di Istambul con gol di Wesley Snejider. Mentre nel Chelsea la squadra andò molto meglio e si fermo agli ottavi contro il Barcellona che nel complesso la buttò fuori con un 4-1 totale.
L'Inter oggi quindi è da vittoria sicura, qualsiasi altro risultato sarà negativo, visto che lo Slavia Praga è la squadra meno forte del girone, se non si fa punteggio con i cechi allora...
L'Inter quindi vince, anzi stravince.

Passiamo alle 21 quando in campo scendono Napoli e Liverpool. Mammamia!
Il Napoli ogni tanto si ritrova davanti l'inglese che a mio avviso è sempre stata la squadra più ostica del Regno Unito, poi quest'anno arriva da campione in carica al San Paolo. Questa è davvero difficile di partita, ma dobbiamo sempre mettere che nella panchina azzurra c'è un certo allenatore che ha alzato la 'Decima' (decima Champions League con il Real Madrid nel 2014), quindi non la darei proprio così scontata una disfatta del Napoli, a mio avviso ci potrebbe essere la sorpresa, e che un San Paolo pieno (cosa che non succede da tantissimi anni) potrebbe intimorire e non poco la squadra inglese.

Domani poi scenderanno in campo l'Atalanta e la Juventus. Per i bergamaschi è l'esordio e forse le gambe fanno Giacomo-Giacomo, anche per il Gasp è la prima in Champions, quindi un'emozione tira l'altra.
La squadra sarà ospite della Dinamo Zagabria, squadra croata che se andiamo a studiarla è la Juventus di Croazia, poi rapportata alla Serie A è al livello del Torino o della Sampdoria, quindi una squadra molto abbordabile per l'Atalanta che a mio avviso dovrebbe approfittarne fin da subito.
Tre punti sarebbero subito una grande partenza e guardando il girone (Manchester City e Shakthar Donetsk) potrebbe avviarsi su una terza posizione che a mio avviso è il traguardo prefissato dalla società nerazzurra, poi i 'miracoli' possono cambiare il tutto.

Alla stessa ora va di scena un nuovo Atletico Madrid-Juventus, già rivali nella scorsa stagione negli ottavi di finale, quando la Juventus ribaltò uno 0-2 in Spagna con un 3-2 totale a Torino con la strepitosa tripletta di Cristiano Ronaldo e il 'gesto' rispedito al mittente dal campione portoghese al tecnico argentino Juan Pablo Simeone.
La Juventus però appare davvero in rodaggio e quindi ci potrebbe essere una sconfitta in terra spagnola, anche se ogni partita ha la sua storia. Lo dico perchè sabato pomeriggio ho visto la più brutta Juventus degli ultimi otto anni, una squadra stanca e mai in partita contro la Fiorentina,quindi immaginiamo contro una potenza come L'Atletico Madrid che va affrontata nel massimo delle forze. La squadra bianconera dovrà fare a meno di Douglas Costa (lesione muscolare) e quasi certamente di Miralem Pjanic. I due saranno sostituiti da Federico Bernardeschi e Rodrigo Bentancur.La partita è ostica, io parto da una sconfitta, poi tutto quel che arriva è ben accetto, ma se la Juventus si presenta come a Firenze... la vedo davvero impossibile uscire anche con il minimo indispensabile (pareggio).

Quindi a mio avviso: l'Inter vince, l'Atalanta vince, il Napoli pareggia, la Juventus...