All'Inter ne manca uno, per completare il quadro e lo spirito croato del progetto rinascita. Ma al momento Modric, l'uomo dei desideri, non è arrivato, nonostante giorni e tormentoni, con il dubbio amletico estivo che aveva fatto passare già in secondo piano l'acquisto di CR7 alla Juve. Definito come il colpo del secolo. Un logorio psicologico incredibile come non accadeva da anni. A partire dai silenzi consumati, dall'interpretare ogni battito di ciglia, click o non click nella rete, incontro o non incontro. Hanno perso in tanti la lucidità sul caso Modric. No, non è arrivato. E forse non arriverà, ora o forse finirà come il caso Coutinho. Si potrà dire tanto su questa storia che forse non si è chiusa qui con il Real Madrid, con il quale l'Inter ha i conti in sospeso a partire dalla notte di Madrid del 2010.

Il punto è ora l'Inter che farà? L'affare non concluso con Modric rischia di diventare un boomerang. L'Inter senza Modric non avrà quella marcia determinante in più per potersi definire come la principale sfidante della Juve. Senza Modric è allo stesso livello del Napoli, della Roma e del Milan e la Juve è altra storia. Punto. Così come rimane il problema con i tifosi. Il mancato arrivo di Modric sarà una botta, una delusione che al momento non potrà colmare nessuno degli acquisti fatti. Forse sarebbe stato meglio gestirla diversamente questa situazione; certo, i media ci hanno messo del loro costruendo romanzi incredibili e alcuni ai limiti di ogni decenza giornalistica accettabile. Ma il calciomercato è anche questo. Sogni e illusioni. E questa volta l'illusione, se l'affare salta, rischia di essere grande, di quelle che fanno male. Non c'è due senza tre, il quarto non è venuto da sé. Sarà questa la conclusione della vicenda? Già. Dolorosa constatazione della realtà. Perso Vidal e perso Modric, mica male per la più grande illusione nerazzurra di questi anni. Si rischia un pesante effetto boomerang ma neanche dalla parte di Madrid se la passeranno bene. Perché se l'intenzione di Modric è quella di andare via non puoi permetterti di tenerti un giocatore di un simile livello con il broncio per tutta la stagione, per non parlare del rapporto con i tifosi. La soluzione più giusta sarebbe farlo venire all'Inter, soddisfare la volontà del giocatore. Ma questo è un mondo dove le ingiustizie sono all'ordine del giorno, quindi...