In questi giorni l'amministratore delegato dell'Atalanta, Luca Percassi, rilasciando un'intervista, ha dichiarato che per mezzi e possibilità ci sono squadre che possono arrivare nei primi 7 posti della classifica più dell'Atalanta.
In questo inizio di campionato è chiaro a tutti che la squadra di Gasperini abbia perso un po' della sua forza, del suo splendore. In varie occasioni sia il presidente dell'Atalanta, sia Gasperini, si sono fortemente scagliati contro gli arbitri, che, secondo una loro impressione, hanno danneggiato l'Atalanta. Questi episodi tanto discussi sono stati visti e rivisti nei minimi particolari ed è stato chiaro per tutti che non c'era nessun inganno, nessun trucco, nessun imbroglio. Percassi e Gasperini, praticamente, si stavano nascondendo dietro un dito, si stavano arrampicando sugli specchi.

Nelle stagioni passate, quando l'Atalanta aveva qualche calo, la stampa cercava di non infierire, considerando i bergamaschi come una sorta di cenerentola del campionato. Naturalmente quando una squadra è in un momento difficile avere una certa tranquillità aiuta molto. Da quest'anno, però, le cose sono un po' cambiate. Dopo i vari ottimi piazzamenti della squadra di Gasperini, dopo anche alcuni acquisti di tutto rispetto, tutti, soprattutto, la stampa, si aspettano tanto dalla squadra. Questo fa sì che, quando Gasperini perde, inizi a nascere una certa pressione. Tra l'altro, quest'anno ci sono tanti infortuni, rispetto alle scorse stagioni, che stanno mettendo il tecnico in serie difficoltà.
Ora, però, cosa succede? Piuttosto che mostrare di essere una vera squadra, una squadra tosta, una squadra che riesce ad affrontare certe situazioni e a venirne fuori alla grande, arrivano le dichiarazioni di Percassi. Dire oggi, siamo l'Atalanta e la nostra realtà è quella della salvezza, caro Percassi non funziona più. Anzi, credo, sinceramente, sia anche un tantinello offensivo.
È semplice così, quando le cose vanno bene ci prendiamo i complimenti da parte di tutti, poi quando arrivano i problemi si torna alla storia della Cenerentola del campionato. Non sarebbe più opportuno dire le cose come stanno realmente? Non sarebbe il caso di ammettere che è forse finito il tempo di Gasperini? O meglio, non vi viene in mente che Gasperini è un bravo tecnico, ma incapace di gestire situazioni da grande squadra?