Nicolò Barella è uno dei protagonisti assoluti di questo scudetto. Arrivato nel mercato del 2019, il giocatore proveniente dal Cagliari si è imposto subito guadagnando in poco tempo la maglia da titolare. Non solo ha impressionato subito la sua abilità tecnica, ma anche la sua personalità. Nei sui due anni è migliorato tantissimo. Al suo arrivo prendeva tanti cartellini gialli ma con il passare del tempo è migliorato arrivando a subire pochissime ammonizioni e a controllarsi maggiormente durante la partita.

Barella sa fare tutto: recupero palla, passaggi filtranti, cross, assist e goal. Basti vedere la partita contro la Juventus, dove ha propriziato l'assist per il colpo di testa per Vidal e ha segnato un goal in contropiede con l'assist di Bastoni riuscendo a venir via a gente come Chiellini e Bonucci. Oppure la fantastica rete che ha fatto a Firenze, un tiro a giro dal limite dell'area. Nel calcio, sui tabellini entrano i marcatori delle reti ma le vittorie passano anche attraverso il cosidetto lavoro oscuro dei giocatori come Barella.  

Lui è stato un motorino in mezzo al campo, recuperando tanti palloni e facendo tanta pressione sui portatori di palla avversari. I tre goal e 7 assist confermano che anche in fase offensiva si è fatto valere risultanto determinante anche in attacco. Spesso lo abbiamo visto crossare con qualità per gli attaccanti o eseguire passaggi filtranti. Barella ha contribuito tanto alla solidità della squadra operando in tutte le fasi del gioco. Per questo è giusto lodarlo tanto. MAESTOSO. 

Bassano Giancarlo