L'Atletico Madrid è una squadra che in quasi centoventi anni di storia ha attraversato grandi momenti, ma anche periodi di declino. Nelle ultime otto stagioni, con il Cholo Diego Pablo Simeone alla guida, sono riusciti a tornare agli altissimi livelli attraversati durante gli anni '70 del secolo scorso, a mettere paura ai top-club tradizionali e ad arrivare in più di un occasione ad un passo dalla vittoria della prima, tanto agognata, Coppa dei Campioni. Questo traguardo è purtroppo per loro sempre sfuggito all'ultimo momento, una volta con un goal negli istanti finali e la seconda ai calci di rigore, ed il fatto è ancor più pesante se pensiamo che in entrambe le circostanze sono stati i rivali di sempre del ben più blasonato Real a metter fine ai sogni dell'Atletico.

Quello che segue è il progetto che io, se fossi a capo dell'area sportiva dei Colchoneros, seguirei al fine di portare finalmente l'Atletico di Madrid sul tetto d'Europa.

Partiamo con le cessioni:

  • Thomas PARTEY per 60 mln: ottimo mediano, un vero e proprio muro davanti alla difesa che sa anche distinguersi nell'impostazione della manovra. Mi piace molto come giocatore, ma dopo questa stagione giocata su alti livelli ha ricevuto le avance di diversi top-club, soprattutto inglesi, i quali non avrebbero problemi a pagare la cifra richiesta per il giocatore, versando una liqidità che potrebbe essere reinvestita per giocatori molto più forti.
  • Angel CORREA per 25 mln: dopo esser stato vicino al Milan la scorsa estate, è rimasto all'Atletico ma neppure in questa stafione è riuscito ad esplodere per quelle che taluni dicono essere le sue qualità. E' un buon comprimario, ma spesso parecchio inconcludente e cercherei di sostituirlo con giocatori più validi e funzionali al progetto.
  • Stefan SAVIC per 25 mln: un buon difensore, il quale tuttavia all'Atletico non si è mai imposto come titolare fisso, limitandosi ad un ruolo da rincalzo. Vi sono diverse pretendenti e per questo motivo vedrei di monetizzare da una sua cessione.
  • Diego COSTA per 15 mln: dopo diversi anni in cui è stato uno dei migliori centravanti al mondo, una vera e propria macchina da goal, sono ormai tre stagioni che è calato drasticamente nel rendimento e pare aver perso la vena realizzativa oltre che aver mostrato anche segnali di calo fisico. Ormai trentaduenne, a seguito anche di diversi problemi fuori dal campo, non punterei più su di lui.
  • VITOLO per 15 mln: sicuramente un buon giocatore, ma per far parte di una squadra con gli obiettivi dell'Atletico a mio avviso servono giocatori molto più forti di lui.
  • Hector HERRERA per 15 mln: stesso discorso di Vitolo, avvalorato anche dal fatto che essendo arrivato a 0 un anno fa, una sua cessione determinerebbe anche una buona plusvalenza.
  • Sime VRSALJKO per 10 mln: ormai quasi fuori dal progetto e con molti problemi fisici, ha mercato in Italia e non esiterei a cederlo.
  • Nikola KALINIC per 5 mln: centravanti davvero di basso livello che mai ho capito perché l'Atletico abbia acquistato dopo una stagione imbarazzante nell'indecente Milan cinese. Ottenere la cifra indicata penso sarebbe il massimo.

In totale dalle cessioni si ricaverebbero 170 milioni. Considerando i grandi introiti che ogni anno l'Atletico ottiene dalla Champions, dallo stadio di proprietà e dai diritti televisivi, fattori che hanno determinato l'ultimo bilancio chiuso fortemente in attivo e, come se non bastasse, anche circa 70 milioni avanzati dallo scorso mercato in cui la società spagnola incassò dalle cessioni cifre record, direi che il budget ipotetico potrebbe aggirarsi facilmente sui 250 milioni.

Passiamo agli acquisti:

  • Leroy SANE per 75 mln: serve un grande colpo a sinistra, un giocatore in grado di decidere le partite con le sue giocate, Sané risponderebbe perfettamente a questa descrizione. Per lui si parla di un futuro al Bayern Monaco, il quale tuttavia dopo l'ultimo dispendioso mercato non può spingersi ad offrire certe cifre e durante la lunga trattativa ha continuamente trovato un muro da parte di Guardiola, muro che abbatterei sbaragliando la concorrenza ed assicurandomi un giocatore che sarebbe un'aggiunta cruciale nello scacchiere di Simeone.
  • Federico CHIESA per 60 mln + 15 di bonus in caso di qualificazione in Champions: allo stesso modo della fascia sinistra, anche a destra serve un grane colpo e per caratteristiche il giovane esterno della Fiorentina sarebbe anch'esso perfetto. Tecnico, grintoso, potente fisicamente, veloce e resistente, questo è il background di Chiesa, ciò che lo rende perfetto per far parte dell'Atletico Madrid.
  • Alvaro MORATA per 56 mln: obbligo di riscatto da esercitare con il Chelsea.
  • Eduardo CAMAVINGA per 40 mln: parliamo di uno dei più grandi giovani prospetti al mondo, solo diciotto anni e già da un anno e mezzo è titolare nel Rennes. Mediano completo, le sue migliori doti sono il recupero palla e la capacità di condurre o ribaltare l'azione, smistando palloni in ogni direzione con la sua qualità. Basta vederlo giocare in qualche breve spezzone per capire che questo qui non è un giocatore comune, è uno che potenzialmente ha tutto per diventare il più grande regista al mondo per i prossimi quindici anni.
  • Rayan AIT NOURI per 15 mln: altro giovane francese molto promettente, stavolta parliamo di un terzino sinistro le cui doti migliori sono una grande abilità nel cross, negli anticipi difensivi e nella progressione palla al piede. Con Renan Lodi garantirebbe a Simeone una possibilità di scelta di altissima qualità sull'out basso di sinistra.
  • Thiago SILVA a parametro 0: serve un difensore centrale di alto livello ma anche esperienza in una squadra che fino ad adesso risulterebbe troppo giovane per puntare a vincere tutto. Il famoso centrale brasiliano si libererà dopo otto stagioni di dominio nazionale con il PSG e, nonostante i suoi trentasei anni, rappresenta ancora un giocatore di tutto rispetto dal punto di vista tecnico, il quale con la sua grande esperienza ed il suo carisma avrebbe un ruolo importantissimo all'interno del gruppo.
  • Edinson CAVANI a parametro 0: finirei in bellezza portando a Madrid uno dei centravanti più forti dell'ultimo decennio, il quale sarà pur abbastanza avanti con gli anni, ma di certo non ha perso il suo smalto. Atletico, potente, tecnico, pare aver già un accordo in essere con i Colchoneros e per le sue caratteristiche sarebbe un giocatore perfetto per il gioco di Simeone.

Per finanziare la campagna acquisti si spenderebbero 246 milioni di euro, una cifra poco più bassa del budget prefissato e pertanto perfettamente sostenibile economicamente.

Alla guida tecnica confermerei chiaramente Simeone. Nessun allenatore al mondo incarna più di lui lo spirito dell'Atletico di Madrid, squadra che ha costruito a sua immagine e somiglianza e che di certo non lascerà fino a quando non sarà riuscito a portarla per la prima volta sul tetto d'Europa.

In conclusione, seguendo il progetto di calciomercato appena esposto, la formazione ipoteticamente titolare sulla quale Simeone potrebbe contare la prossima stagione sarebbe un suo classico 4-4-1-1 con:

  • POR - Jan Oblak 
  • TD - Kieran Trippier (Arias)
  • DCD - Thiago Silva (Felipe)
  • DCS - José Maria Gimenez (Hermoso)
  • TS - Renan Lodi (Ait Nouri)
  • ED - Federico Chiesa
  • CD - Koke (Camavinga)
  • CS - Saul Niguez (Llorente)
  • ES - Leroy Sané (Lemar)
  • SP - Joao Felix
  • PUN - Edinson Cavani (Morata)
  • Allenatore - Diego Pablo Simeone

Questa squadra, costruita in una perfetta unione di giocatori di esperienza internazionale e grandi calciatori nel pieno della carriera, ognuno scelto in perfetta sintonia con l'idea di calcio di Simeone, avrebbe certamente tutte le carte in regola per competere per la vittoria finale in Champions e in tutte le competizioni alle quali prenderà parte.

Commentate scrivendo cosa ne pensate e, in caso, cosa cambiereste.