Quando si critica l'Atalanta per i cinque goal presi dal City, bisognerebbe ricordare lo straordinario percorso che ha fatto la squadra di Gasperini da qualche anno a questa parte.
Il fatto che stia giocando nella massima competizione calcistica per club, deve far riflettere sul grande lavoro svolto dal presidente Percassi e dalla dirigenza.  

Nel corso di questi anni l'Atalanta è passata dal lottare per la salvezza al lottare per i posti in Europa, qualificandosi prima per l'Europa League e poi per la fase a gironi della Champions League. Con Gasperini la squadra ha una sua identità di gioco che porta avanti, una fisionomia che le ha permesso di lottare per la  parte alta classifica.

Quindi ritengo abbastanza superficiale criticare l'Atalanta per il fatto di aver subito 5 goal a Manchester. Bisogna farle i complimenti al presidente, perchè valutando il quadro complessivo e il lavoro fatto dalla società Atalanta in questi anni, il fatto che stia giocando la Champions League rappresenta un'impresa straordinaria, anche se dovesse terminare il girone a zero punti.

Piuttosto ci si interroghi sul perché le altre squadre come Milan, Roma e Lazio non giochino la massima competizione pur partendo all'inizio del campionato davanti all'Atalanta.

Parlando di goleade, la tanto famigerata Roma di Garcia perse 6 a 1 sul campo di Barcellona e in casa 7 a 1 con il Bayern Monaco.  

Probabilmente Gasperini avrebbe dovuto rinunciare al suo credo tattico per evitare l'imbarcata, ma la pesante sconfitta non diminuisca l'impresa della società e squadra Atalanta.

 

Bassano Giancarlo