Che Spalletti prende scelte, di solito, fuori dal logico, ormai è cosa ben chiara, partendo da questa benedetta difesa a 3, utilizzata solo contro squadre che giocano sempre con la difesa a 3 e che, ha memoria, posso dire che nel 90% delle volte in cui è stata utilizzata dal tecnico di Certaldo, l'Inter non ne è mai uscita vittoriosa. Anche perché la difesa nel centrocampo a 5 gli esterni non devono essere solo terzini, consiglio da dare anche a Ventura, ma anche veri e propri centrocampisti laterali che sappiano anche attaccare.

Non so perché Asamoah non abbia giocato, ma se il suo giocare sempre e solo col sinistro mi faceva infuriare, la situazione di Dalbert scagiona l'ex Udinese. Vecino è sempre stato per me fuori dal gioco interista, non basta un gol, ho 2 partite giuste per renderlo forte, e questo vale per tutti gli altri. Vedere un Miranda sconsolato per essere stato sostituito, quando ti chiedi tra te e te quanti giorni ancora gli mancano per la fine del contratto.

Sopravvalutati, ed anche tanto. Di sicuro l'Inter non è mai fortunata in questo, qualsiasi giocatori preso negli ultimi anni, non ha mai dato quello per cui era stato comprato. E qui passiamo a Nainggolan e al tema dell'articolo.

Per quanto dunque Spalletti possa prendere decisioni poco ortodosse, la squadra non è da meno, anzi. Avere in squadra giocatori che, in conferenza di partite storiche come quelle contro il Barcellona, esprimono il loro desiderio di andar via (Perisic), giocatori a cui vengono estratti audio in cui dicono che vogliono tornare al loro vecchio club (appunto Nainggolan), giocatori che hanno mogli che pur di strappare un mezzo milione in più da un contratto, sono capaci di sputtanare il proprio club in diretta TV, dicendo di come l'Inter volesse vendere il proprio capitano alla Juventus (Icardi).

É noi ci lamentavamo di Ranocchia? Ben vengano quei tempi, dove i giocatori stavano male in volto ad ogni sconfitta dell'Inter.
Siamo al limite di tutto, e la società deve dare una risposta.
Il già aver sostituito il povero Vrsaljko, con un buon terzino ambidestro, come Cedric, ad una cifra irrisoria, fa ben sperare.

Ora si continui così, si vendano tutti coloro che tolgono l'entusiasmo agli altri giocatori, tutti coloro che creano problemi, per quanto possano avere un ottimo potenziale o un buon valore tecnico, la squadra viene prima di tutto, senza armonia e coesione non si vincerà mai, anche con Cristiano Ronaldo in campo.

Finite di disonorare quella maglia e abbiate il coraggio di fare quello che ha fatto Perisic, mollate, e fateci questo favore.