Vota la miglior prodezza del ventinovesimo turno di campionato... 5. Geoffrey Kondogbia Il francese trova il secondo gol personale in Serie A (entrambi siglati all'Olimpico di Torino) con un gesto tecnico degno di lode: il centrocampista nerazzurro, defilato sulla destra, si libera della marcatura di tre giocatori avversari e conclude in rete con un sinistro indirizzato verso la porta. Di certo Hart ci mette del suo, ma il numero 7 dell'Inter si rende autore di una giocata davvero prelibata. 4. Matteo Politano Il velo dell'attaccante del Sassuolo per il compagno di squadra Defrel in occasione dell'1-1 contro la Roma è un cioccolatino da scartare: il giocatore neroverde ha tutte le credenziali per tirare in porta, ma rinuncia alla tentazione del tiro per "servire" (pur non intervenendo sul pallone) un Defrel completamente libero di concludere in rete. 3. Afriyie Acquah Il ghanese è rinato, ed il match casalingo contro l'Inter ne rende conferma: non solo il centrocampista del Toro diviene protagonista di un'ottima prestazione, ma trova anche la gioia personale, con un destro a giro che s'insacca all'incrocio dei pali e manda in estasi il popolo granata. Gioia macchiata dall'imminente pareggio di Candreva, ma comunque sia emblematica riguardo lo straordinario rientro sul terreno di gioco del classe '92. 2. Dries Mertens Il belga sbaglia dal dischetto, dai 25 metri no: su calcio di punizione è tutto troppo facile per il gioiello del Napoli, che si riscatta pochi istanti dopo il rigore fallito e sigla il momentaneo 2-0 dell'incontro del 'Castellani' contro l'Empoli. L'attaccante partenopeo raggiunge quota 20 reti stagionali e lancia la sfida a Belotti & Co. per la classifica capocannonieri. 1. Nicola Kalinic Nel momento più importante, l'acuto del croato non viene a mancare: dopo novanta minuti nei quali la Fiorentina non riesce a sbloccare la sfida con il Crotone, il centravanti viola lascia il suo sigillo sul match con un delizioso pallonetto che trae d'inganno Cordaz ed incanta al punto da meritare, inequivocabilmente, il primato di giornata. Andrea Pontone Twitter: @_AndreaPontone