Ci sono scuole di pensiero diverse riguardante il sostituto di Neymar al Barcellona. C'è chi, come Pistocchi, parla di Coutinho mentre altri di Dybala. 

La Joya argentina, idolo dei tifosi, in caso di cessione porterebbe nelle casse bianconere almeno 120-130 milioni oltre alla delusione dei tifosi, ma sarebbe davvero così grave la sua cessione? 

Andiamo con ordine, Dybala è un ottimo giocatore, ammirato da molti e che ha mostrato la sua classe a più riprese, un giocatore che non è destinato a restare alla Juventus a vita (purtroppo l'appeal conta e la Juventus è ancora sotto a club come Barcellona, Real Madrid e stranamente anche Manchester United). Dybala gioca in un ruolo adattato, non veramente suo e molto spesso lo ha evidenziato, lui nasce come punta ed è in quella posizione che ha fatto le fortune del Palermo infatti. La sua cessione sarebbe un dramma, ma dipende sempre come va sostituito. 

Si possono aprire due scenari, il primo meno probabile che Allegri passi al 4-3-3 (modulo prediletto dalle grandi) con Costa-Higuain-Bernardeschi e i cui 150 milioni andrebbero investiti in almeno un centrocampista, un difensore centrale e un terzino, ovviamente con Cuadrado, Mandzukic e Pjaca panchinari.  

Oppure un secondo scenario, più esoso, quello di acquistare un giocatore da far giocare nei tre dietro al 'Pipita'. In questo caso senza pensarci due volte andrei a Madrid, sponda Atletico per prendere Ferreira Carrasco. Giovanissimo under 25 è un crack e l'Atletico in caso di pagamento della clausola non potrebbe opporsi. Carrasco inoltre è un giocatore molto duttile che in Francia con il Monaco e in qualche partita dell'Atletico ha giocato come esterno nel 4-4-2. Così come Bernardeschi e Costa il belga può giocare in tutti e tre i ruoli dei 3 dietro alla prima punta di fatto offrendo svariate combinazioni anche a partita in corso. 

Quindi se proprio va ceduto Dybala, che lo si sostituisca come si deve, per Higuain hanno speso 90 milioni per Carrasco non si può?