Prima di tutto auguro di trascorrere un sereno Natale a tutti i lettori. 

Si sa, a Natale si ricevono i regali e alcune squadre sperano che questo periodo sia l'inizio di qualcosa di positivo, vedi il Milan, oppure altre sperano di rinconfermarsi, ma con qualche inserimento nell'organico.

Alla Pinetina (casa Inter), Spalletti spera di ritrovare la via della vittoria, che non arriva da due turni facendo riemergere i fantasmi del passato e spera anche nell' arrivo del tanto desiderato trequartista. C'è un nome in particolare che gli ronza per la testa ed è quello di Pastore, in rottura con il PSG. Dopo anni, pare che Joao Mario sia passato da regalo di lusso a scarto e l'avventura in nerazzurro potrebbe terminare.

A Vinovo l'umore è positivo. Sono tutti felici dopo il successo con la Roma che ha riportato la truppa di Allegri a ridosso della capolista Napoli. L' allenatore non ha tante pretese, si accontenta di quello che possiede, ma in cuor suo spera di avere Emre Can già a gennaio, piuttosto che a giugno. Verrà accontentato?.

A Castelvolturno Babbo Natale vuole portare i regali, ma Sarri è restio alla panchina larga quindi non desidera nulla. In uscita ci sono Giaccherini e uno tra Tonelli e Maksimovic. 

Roma e Lazio non chiedono nulla, per i biancocelesti qualche punto in più non sarebbe male.

La situazione più difficile è a Milanello. Serve serenità, fiducia reciproca e voglia di vincere. Li purtroppo, sarà impossibile vedere volti nuovi a causa delle acque turbolente nel frangente economico. Basteranno le proprie forze per provare almeno a salvare la stagione?

Ancora una volta, sereno Natale a tutti