Dashboard
clear
Naviga
Home
Calciomercato.com
Login
Squadre
clear
Leggi gli articoli per squadra
Atalanta
Benevento
Bologna
Cagliari
Chievo Verona
Crotone
Fiorentina
Genoa
Inter
Juventus
Lazio
Milan
Napoli
Roma
Sampdoria
Sassuolo
Spal
Torino
Udinese
Verona
dehaze
info

le news scritte dai tifosi

NO HAIRS ON MY KEYBOARD
44gattidernesto

Quell'amicizia che può diventare un'opportunità

La storia d’amore tra Max Allegri e la Juventus potrebbe essere agli sgoccioli ed i sentori ci son tutti, da qualche tempo. L’inizio dell’allenatore di Livorno in bianconero non è stato dei più soft, ma, col tempo e col lavoro, è riuscito a farsi apprezzare anche dai più critici. O quasi.

Ma tutte le fiabe hanno un inizio ed una fine, più o meno lieta. A prescindere da come sarà, la Juventus non può farsi trovare impreparata. Sottobanco i sondaggi per il nuovo tecnico sono già cominciati e stavolta il d.s. Paratici potrebbe far valere il suo asso nella manica.

Come molti sapranno, Fabio Paratici, prima di diventare un talent scout, è stato calciatore tra le fila delle giovanili del Piacenza. Una carriera interrotta da un grave incidente, che però ha contribuito a renderlo il dirigente di valore oggi noto a tutti. Durante i suoi trascorsi da giocatore, l’attuale d.s. ha avuto modo di conoscere la famiglia Inzaghi ed ha stretto una sincera amicizia con Pippo, suo coetaneo e compagno di squadra, e con Simone, mascotte dell’epoca.

I tre ragazzi, ormai divenuti professionisti affermati, continuano a frequentarsi nei momenti liberi ed in occasione delle feste. Si rivedono spesso a Natale, quando, tra un cenone ed una partita a carte, hanno modo di discutere liberamente sul tema principe che li accomuna: il calcio.

Il ragazzino di una volta, il piccolo Simone, detto anche Inzaghino, sta vivendo oggi il periodo migliore della sua carriera da tecnico. Approdato quasi per sbaglio sulla panchina della Lazio, sta dando dimostrazione, partita dopo partita, delle sue grandi qualità di allenatore. Inoltre, dettaglio non trascurabile, ha saputo gestire al meglio le intricate questioni che hanno coinvolto il Presidente Lotito e qualche calciatore alquanto irrequieto. 

Le sue aquile stanno volando in campionato e facendo un’egregia figura in campo europeo. E’ riuscito a strappare il primo trofeo stagionale, con merito, alla Juventus e, soprattutto, il suo profilo pare esser adatto per una grande. Che non sia lui il successore designato di Allegri?

Commenta l'articolo

Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni e per visonare Condizioni di servizio e informativa privacy