James Pallotta si trova a Londra per due ragioni: per partecipare al convegno "Leaders in Sport" ma anche per discutere con Monchi e tutta la dirigenza della Roma nelle prossime ore, magari per pianificare i colpi di mercato.

Il presidente della Roma ha avuto modo di parlare soprattutto del nuovo stadio verso la fine del convegno nella capitale inglese: " Non puoi essere un marchio globale senza avere uno stadio di proprietà. Tutti a Roma vogliono questo stadio, eccetto i tifosi della Lazio, ma dovranno giocarci una partita a stagione". Sono queste le parole riportate dal "Corriere dello Sport".

Pallotta conclude con queste parole: " Il nuovo stadio sarà una meraviglia una sorta di un nuovo Colosseo, 55mila posti a sedere sempre esauriti, con nuove tecnologie come il riconoscimento facciale per entrare. Fino a 5 anni fa pensavo che il calcio fosse un gioco orribile, non lo capivo, ora invece ci vado fuori di testa, mi fa impazzire, ne sono appassionato."

Il nuovo stadio della Roma rappresenterà con orgoglio la città stessa; la sua storia, il suo presente e il suo futuro saranno ritrovati nella progettazione stessa dello stadio e nei materiali utilizzati.