Puff puff... si rigonfia il closing

22:41 20/03/2017

Oh pare che SES non abbia gli occhi per piangere! Chi l'avrebbe detto?

Il Milan è una società per azioni non quotata in borsa, quindi le parti non avevano che da fissare il prezzo delle azioni, che sarebbero poi state trasferite a blocchi per ogni tranche di pagamento. Eppure i signori Li si sono fatti imporre un contratto capestro in base al quale il Milan è stato venduto a corpo, come un appartamento. In forza di questo contratto ogni tranche di pagamento non era che una caparra, destinata a rimanere al venditore se il compratore non avesse saldato l'intera cifra pattuita.
Ora, posso capire che Fininvest non avesse interesse a ritrovarsi socio di minoranza con la sola metà del prezzo in mano. Il 49% per cento di una società in perdita corrisponde solo al 49% delle perdite senza conferire alcun potere decisionale (solo oneri, quindi, e niente onori). Ma i signori Li avrebbero avuto convenienza ad accettare le condizioni capestro solo se il prezzo fosse stato tanto basso da consentire poi una rapida e lucrosa rivendita dei titoli nelle borse asiatiche. Per il Milan invece sono stati chiesti 520 milioni... 520 milioni per una società, prestigiosa sì, ma fuori dalle coppe da ormai 3 anni. Una società che oltretutto gioca in un campionato poco venduto nel mondo. No, non c'era ragione logica perché i signori Li si facessero impiccare con una corda rossonera.
In ogni caso era evidente che quei... signori Li, broker finanziari come tanti altri, non avrebbero avuto mai i soldi per ripianare il dissestato bilancio milanista e tanto meno per fare un grande mercato. Chiarissimo, solare, lampante... ma per qualche ragione tutti i media hanno pompato questa vicenda come se fosse una cosa seria.
Fassone e Mirabelli andavano a vedere partite in giro per l'Italia e per Europa? Ovvio che stavano per arrivare Aubameyang, Bernardeschi e compagnia bella!
Il mercato di gennaio languiva? Eh ma c'era da attendere l'ok dei Cinesi, che erano molto attenti alle vicende rossonere e le seguivano con competenza! Che gente solerte!
La verità è che, se davvero questa vicenda fosse andata come ce la presentavano, in estate avremmo visto vendere tutti i pezzi pregiati, uno per uno, allo scopo di pagare i debiti che SES non era neanche lontanamente in grado di coprire. E invece tutti ad aspettare il "closing"...
Però non abbiate timore. Che i signori Li continuino a popolare i nostri incubi o che altri protagonisti entrino in scena, la telenovela non finisce qui. Come per le migliori serie televisive ci sarà di certo un'altra stagione, con gli stessi o con altri protagonisti, ma tutto per allietarci durante l'estate. La bella stagione è quella del calcio mercato, perché tediarci attendendo colpi improbabili?

Commenta l'articolo

Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Scrivi articolo

chi sono

Nessuna presentazione disponibile

Ultimi commenti

No, non scomoderei la "malafede". Tirerei piuttosto in ballo il "buon gusto" e la "decenza". Non si può spacciare SES per una realtà in grado di fare un grande Milan, perché non lo è. Già Renzo Rosso, almeno in teoria, potrebbe prendere la squadra rossonera e fare un "buon" Milan, perché è a capo di una realtà consolidata nel panorama economico italiano. Non è un broker che vive comprando e rivendendo titoli in borsa. Credo però che anche lui sia un nome fatto circolare per illudere la gente (come Jack Ma, Robin Li e compagnia bella, i Cinesi che contano davvero).
Vai all'articolo - scritto alle 23:30 21-03-2017
Sono molto poco esigente, credimi. Mi basterebbe non essere preso in giro.
Vai all'articolo - scritto alle 22:50 21-03-2017
Vedremo.
Vai all'articolo - scritto alle 22:21 21-03-2017
Ci sarà di certo.
Vai all'articolo - scritto alle 20:38 21-03-2017
Le cose vanno ormai in quella direzione. Grazie e ciao.
Vai all'articolo - scritto alle 14:27 21-03-2017

Statistiche

Iscritto dal 17.01.2015

171 articoli scritti

1060 commenti scritti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni e per visonare Condizioni di servizio e informativa privacy