Questa sera mi sento leggerissimo, quasi quanto Higuain. Come chi è Higuain? Il maiale, il ciccione, l'indegno che guadagna troppo, quello che si nasconde, la vittima bullizzata, il mai decisivo e tanto altro.
Questo è quello che ho avuto il piacere di leggere, questo è ciò che è partito da tastiere fumanti di pseudo-tifosi e dalle menti illuminate di giornalisti d'assalto, persino per vocazione filo-juventini.

Ma io stasera sono leggero e non ho intenzione di parlare di Gonzalo.
Non ha bisogno di avvocati difensori, solo di un attimino di pazienza. Si è strappato la casacca come solo l'Incredibile Hulk sapeva fare, è entrato in campo ed ha portato a casa 3 punti.
Non solo, ha anche esultato come un pazzo dedicando tutta la sua gioia ai TIFOSI, quelli che l'hanno incitato a squarciagola al momento del suo ingresso e quelli per i quali il pipa si è battuto il petto!

Nonostante la mia leggerezza, che ribadirò fino alla nausea, ho intenzione anche di trattare un tema che non voglio definire allarmante, ma che di certo va curato coi guanti bianchi. L'ho detto altre volte e continuo ad affermarlo sempre più convinto: quando Dybala non splende come al solito, la Juventus va in difficoltà. Un'ovvietà dal momento in cui tutto il gioco dei bianconeri, per volere di Allegri, è catalizzato dalla Joya. Ogni pallone passa dai suoi piedi, tutte le azioni hanno il via da lui e i calci piazzati sono il suo pane. Ma pretendere da Paulo prestazioni da 8 in pagella ad ogni match è davvero da passibili di TSO.

La mia leggerezza stasera mi porta a dire che senza l'entrata provvidenziale di quella bestia di centravanti, avremmo rischiato di non portare a casa i 3 punti. I nostri avversari, specialmente in Europa, sanno bene come siamo soliti produrre gioco e, dunque, adottano strategie ad hoc per limitare Dybala. Fisicità, raddoppi, pressing e calcioni tendono a trasformalo da delizia a croce e ciò influisce inevitabilmente sulla prestazione di tutta la squadra.

Siamo ancora all'inizio della stagione, c'è il tempo per studiare qualche valida alternativa a questo metodo di gioco e spero che Allegri si ingegni a riguardo. Questa sera vado a letto leggero, come Higuain ma anche come Bentancur, il 20enne che, con altrettanta leggerezza, ha, ancora una volta, disputato una partita egregia, nonostante l'annuncio della sua titolarità a 5 minuti dall'inizio.