Come due anni fa il Napoli di Maurizio Sarri si ritrova primo in classifica nel mese di gennaio, il mese in cui riapre il mercato ed è possibile intervenire per poter rinforzare la squadra.

Ancora una volta però i giorni sono passati inesorabili e, a 24 ore dalla chiusura del calciomercato, di acquisti neanche l'ombra. Eccezion fatta per l'arrivo a parametro zero di Machach, che però con buone (ma direi scontate) possibilità, finirà in prestito in qualche squadra di serie B (Carpi).

Ancora una volta le trattative, o presunte tali, si sono susseguite l'una dietro l'altra, a volte interminabili. Si è iniziato con Verdi del Bologna, acconsentendo di attendere il suo rientro dalle vacanze (manco fosse Maradona), per poi sentirsi dire "Grazie, no". Ora si sta continuando con Politano, messo fuori mercato dalla Juve (?!?), con nel frattempo la beffa arrivata in serata del mancato arrivo di Younes, dato per certo fino a domenica pomeriggio, ed ora svanito nel nulla! Gravi problemi familiari, questa la motivazione ufficiale.

Intanto è stato definito il prestito secco gratuito di Maksimovic allo Spartak Mosca, un ruolo nel quale il Napoli, oltre ai titolarissimi Albiol e Koulibaly, presenta Chiriches e Tonelli... quest'ultimo però non gioca una partita ufficiale da ventordicimila giorni. Dovremo quindi sperare che lo spagnolo e KK non prendano mai un raffreddore contemporaneamente! (grattatio pallorum).

Infine sullo sfondo proseguono le interminabili trattative per definire il prestito di Diego Armando Giaccherini e del su citato Cristiano Machach

C'è da sperare che la buona sorte ci assista e che i claudicanti Milik e Ghoulam rientrino il prima possibile, per poter dare man forte a chi sta tirando il carro da agosto ed arrivare a maggio ancora in lizza per qualcosa di importante.

C'è però da dire che ancora una volta il Napoli ha la possibilità di mettersi in sicurezza, in quanto a forza lavoro, ma smbra che la lezione di due anni fa, ancora non l'abbiamo imparata.