Bundesliga, che passione! È di nuovo Mission Germany per il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, che vola in Germania per assistere a dei match della Bundesliga tedesca. Oltre ad essere un viaggio di aggiornamento, come ogni bravo operatore di calciomercato deve fare, Mirabelli visionerà dei profili per giugno. Non per Gennaio.

I nomi accostati al Milan negli ultimi tempi provenienti dal massimo campionato tedesco sono veramente tanti, da Demirbay, centrocampista centrale con doti offensive, ad Augustinsson, terzino sinistro svedese del Werder Brema, passando per Salih Ozcan a Thorgan Hazard, centrocampista del Borussia Monchenglabdach e fratello di Eden Hazard, stella del Chelsea,  Upamecano, centrocampista del Lipsia (che ha una clausola di 100 milioni) e tanti altri.

Tuttavia, da questo marasma di nomi, tre profili sembrerebbero più attenzionati dal ds rossonero, e sono i profili di Julian Brandt del Bayer Leverkusen,  Julian Weigl del Borussia Dortmund e Maximilian Meyer, centrocampista dello Schalke 04 in scadenza di contratto.

Julian Brandt è un centrocampista tedesco nato a Brema il 2 maggio 1996. Milita nel Bayer Leverkusen, lo stesso club da cui il Milan prelevo' Hakan Calhanoglu. È cresciuto nelle giovanili di Borgfeld e dell'Oberneuland prima di passare alle giovanili del Wolfsburg per poi passare al Bayer Leverkusen, club con il quale ha esordito in prima squadra e tra i professionisti. Ha vinto la Confederation Cup con la nazionale tedesca. È figlio di Jurgen Brandt, allenatore dell'Sc Borgfeld. Può giocare ala destra, ala sinistra e trequartista.

Julian Weigl è un centrocampista tedesco nato a Bad Aibling, l'8 settembre 1995. Milita nel Borussia Dortmund. Cresce nelle giovanili del Rosenheim 1860 e Monaco 1860, con il quale esordisce in prima squadra e tra i professionisti per poi essere ingaggiato dal Borussia Dortmund. Ha vinto una Coppa di Germania con il Borussia Dortmund ed è nel giro della nazionale tedesca. È un centrocampista centrale 'totale', il cosiddetto centrocampista box to box, bravo sia a recuperare i palloni e quindi nella fase di interdizione e bravo anche nella fase offensiva, essendo dotato di una buona visione di gioco ed è rapido nel giro palla e nel far ripartire l'azione e mettere i compagni nelle condizioni di essere pericolosi in zona gol con degli ottimi assist. 

Maximilian Meyer detto Max è un centrocampista dello Schalke 04 nato a Oberhausen il 18 settembre 1995. È cresciuto nelle giovanili dello Schalke 04, club che poi lo ha lanciato anche in prima squadra e nei professionisti. È un centrocampista centrale che può giocare anche mediano o come incursore dietro le punte.

Ormai è assodato che Massimiliano Mirabelli ha un canale preferenziale con la Germania. Come dichiarato da lui stesso, è un campionato che conosce molto bene. Personalmente a me piace davvero molto questo modo di lavorare di Mirabelli, questi continui viaggi per vedere i calciatori più volte dal vivo e in prima persona. E comprendo che possa avere un debole per la Bundesliga tedesca, un campionato che apprezza in particolar modo. Mirabelli ha una ampia conoscenza del mercato e dei calciatori, ha occhi ovunque, come ogni bravo ds deve continuamente aggiornarsi sui nuovi profili del calcio mondiale. Viaggia spesso in Germania a seguire i match della Bundesliga tedesca, tuttavia spero di vederlo spesso anche in Francia, nei paesi del nord Europa e nei paesi del Sudamerica, dove può visionare dei profili giovani e interessanti tanto quanto quelli che ci sono in Germania. Spero che Mirabelli allarghi i suoi orizzonti. Non si vive solo di Bundesliga... Tuttavia, resta il fatto che Mirabelli sta facendo un ottimo lavoro. Ha delle ottime doti di scouting.