Franck Kessié non è un Robot, ma, numeri alla mano, sembrerebbe che qualcuno al Milan non se ne renda conto.
È assodato e appurato che Kessié è indispensabile per il Milan. Basta guardare i numeri bestiali di questa prima parte di stagione 2017/1018, dove Kessié, sia con Montella prima e Gattuso poi, è sempre stato considerato imprenscidibile. 20 partite giocate su 20 gare di campionato tutte dal primo minuto, in cui è stato sostituito solo una volta, all'84simo.
3 gare su 4 nei preliminari di Europa League, 5 presenze in Europa League (tre da titolare dal primo minuto e due da subentrante), nei gironi eliminatori su 6 partite, due presenze nei match di Coppa Italia, compresi i 120 minuti contro l'Inter nella medesima competizione, che fanno complessivamente 30 presenze totali in questa prima parte di stagione per un totale di 2492 minuti macinati sul campo.

Questi numeri possono averli i portieri, ma i giocatori di movimento devono tirare il fiato. Kessiè è stato mostruoso in questa prima parte di stagione con il Milan, ma non può continuare con questa costanza, con questo minutaggio anche la seconda parte di stagione. 

Giocatori simili a Kessiè in rosa nel Milan non ci sono in questi momento. Che potrebbero sostituire Kessiè in rosa nel Milan ci sono Montolivo, Zanellato e Locatelli. Nel centro destra Zanellato è di ruolo, Montolivo come mezz'ala rende mentre Locatelli è un adattato essendo un centrale di centrocampo. Idem Montolivo, che è un centrocampista centrale, ma come mezz'ala rende di più, come ho scritto prima. Tuttavia, nessuno di loro ha caratteristiche simili a Kessiè. Quindi se manca Kessiè, al Milan manca una pedina unica e fondamentale, che ha un modo di giocare unico nella rosa del Milan.

Il Milan se farà qualcosa, lo farà gli ultimi giorni di mercato, ma dipende dagli incassi delle uscite. Aldilà delle smentite di rito, il Milan se capiterà, cogliera' l'occasione al volo e prenderà un vice Kessiè. Bisogna vedere l'evolversi della situazione di Gustavo Gomez, che piace all'Udinese (oltre che al Boca Juniors e al Flamengo) e che il Milan valuta 8 milioni di euro e che potrebbe essere scambiato con Seko Fofana, proprio con il club friulano e che sarebbe perfetto come vice Kessiè. Il Milan ha ceduto Jherson Vergara in prestito con diritto di riscatto al Bari, dopo che questa estate la cessione del fuori rosa colombiano era saltata per un ritardo di 14 secondi per la consegna dei relativi documenti. In bilico le posizioni di José Mauri e Paletta. Potrebbero anche restare. José Mauri piace al Bologna e al Bari. Paletta ha tanti estimatori, ma vuole restare al Milan a meno che non trovi un club di sui gradimento.