Dashboard
clear
Naviga
Home
Calciomercato.com
Login
Squadre
clear
Leggi gli articoli per squadra
Atalanta
Benevento
Bologna
Cagliari
Chievo Verona
Crotone
Fiorentina
Genoa
Inter
Juventus
Lazio
Milan
Napoli
Roma
Sampdoria
Sassuolo
Spal
Torino
Udinese
Verona
dehaze
info

le news scritte dai tifosi

Campioni D'Italia
Ammiraglio Byrd

Un mercato bianconero a costo zero

La Juventus come molte altre big, lavora sul mercato 365 giorni l'anno, l'ultimo nome ad essere accostato in casa juventina è quello di Faouzi Ghoulam del Napoli, l'esterno sinistro algerino è entrato tra i palpabili per la prossima stagione. Il giocatore va in scadenza il prossimo Giugno 2018, quindi arriverebbe alla Juve a costo zero.

Già quest'anno la squadra bianconera si tufferà sulle grandi occasioni a costo zero. Infatti oltre al giocatore algerino, sono pronti anche per il centrocampo un paio di nomi, quello di Leon Goretzka centrale dello Schalke 04 e quello di Emre Can, anch'essi in scadenza nel giugno 2018.
Se sul giocatore tedesco del Liverpool si scatenerà un'asta per lo stipendio tra le big d'Europa, con Chelsea e Manchester United su tutte, su Goretzka la Juventus sembra pronto a trovare un accordo con il giocatore e il suo entourage prima che si scateni l'asta anche su di lui. Alla Juventus è in scadenza anche Andrea Barzagli, contratto che non verrà rinnovato con l'arrivo di Mattia Caldara, il giocatore 36enne dovrebbe ritirarsi a fine stagione, la società ha pronto un posto per lui e Gigi Buffon nella prossima Juve.

Ma attenzione al prossimo "crollo Barcellona" che rischia di vedersi richiedere i suoi migliori gioielli, che non sarebbero felici di fare un campionato nuovo come quello della Catalogna, dove non ci sarebbe nessuna rivale, visto che la richiesta di diventare una città indipendante metterebbe sul chi va la molti big del club catalano.
Il primo in uscita è Andres Iniesta, in scadenza nel 2018 su cui la Juventus avrebbe già avanzato un'offerta di 4,5 milioni di Euro per un contratto biennale.
Poi sfida l'Inter su Mesut Ozil in scadenza con l'Arsenal, l'accordo si troverà a gennaio, ma chi la spunterà? 
La Juve a fine stagione saluterà molti suoi giocatori tra cui Barzagli, Lichtsteiner, Asamoah, Khedira, Sturaro. Invece tra le ipotesi di uscite importanti potrebbero salutare Mario Mandzukic e Miralem Pjanic, entrambi potrebbero essere sacrificati per far posto a Spinazzola e Goretzka.
Per il vice Szczesny il nome dovrebbe essere quello di Nicola Leali, oppure lo stagionato Federico Marchetti. Come sappiamo la Juventus saluterà Max Allegri, sostituendolo quasi certamente con Simone Inzaghi, che come prime richieste al club chiederà De Vrij e Milinkovic Savic, che lui conosce molto bene, i due pronti a prendere il posto di Khedira e Rugani.
A proposito di Rugani, visto che nessuno crede alle mie parole sul fatto che non è da Juve, uno dei più forti centrali vincenti in italia, cioè Alessandro "Billy" Costacurta, ha detto questo di lui: "Rugani quando ha il pallone tra i piedi sembra che stia portando uno scaldabagno", come mai? Credo che ci sia differenza tra lui che è stato un campione e io che sono uno spettatore, eppure abbiamo la stessa visione sul difensore bianconero. È giovane, ma se queste sono le parole di uno esperto del ruolo, io comincerei a preoccuparmi.
Vi ricordate Romagnoli del Milan? Arrivò prendendo il numero di Nesta, addirittura la stessa acconciatura di capelli con frontino, paragonato all'ex laziale, si è sfaldato con il tempo. Rugani non se la tira, ma non continuiamo a dire è giovane, anche Bonucci e Chiellini erano così ecc. Un giocatore va criticato se non è da Juve, non ci sono se e nemmeno ma. Rugani adesso è al terzo anno in bianconero, eppure non ricordo una prestazione ottima contro una big, visto che con le squadre piccole non conto le prestazioni, sarebbe troppo facile.
Io penso ancora a quei 30 milioni che il Napoli offrì in tempi remoti e mi sto mangiando i gomiti, visto che avremmo preso un centrale a livello Europeo, dando un giocatore che sarebbe come lo vediamo oggi in campo, che non sa portare palla, che non fa un lancio nemmeno se lo paghi, che cede palla appena viene attaccato, privo di personalità e troppo "Farfallino" nei movimenti, sembra una piuma che con un soffio di vento vola via.
Secondo il mio avviso sarebbe giusto cederlo al miglior offerente e puntare su giocatori nuovi. Il prossimo anno avremmo Caldara di giovane, sarebbe un rischio vederli insieme, visto che Caldara in due anni ha fatto più di Rugani, ha più sicurezza, dai è più maturo in campocampo.
Allora mi chiedo, non sarebbe stato giusto girare Rugani in prestito per farlo crescere, per poi riportarlo a casa con due o tre anni d'esperienza, invece di tenerlo in panchina a fare da riserva al trio BBC?
Adesso invece abbiamo un non sicuro che annaspa nelle sue paure, le stesse che aveva quando arrivò in bianconero, sì ok, avrà giocato bene 10 partite in tre anni, ma non ditemi che è forte, che diventerà un nuovo Chiellini, addirittura toccando un dio del calcio come Gaetano Scirea.
Rugani non sarà mai un grande difensore, ma non lo dico perché vorrei che lo spronassero queste mie parole, ma solo perché io non ricordo un giocatore così insicuro nelle difese bianconere. Non tirate fuori Boumsong, visto che era straniero, al primo anno in bianconero e perlopiù in Serie B il primo anno. Parliamo di difensori Italiani. Bonucci i suoi errori li fece, come li fa ancora adesso da esperto, ma non era così, come Rugani, andate a vedere le prime partite di Bonucci e guardate il modo di stare in campo dei due, c'è un abisso.

Commenta l'articolo

Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni e per visonare Condizioni di servizio e informativa privacy