È recentissima la notizia che l'Inter ha acquistato o almeno è vicinissima all'acquisto del terzo più giovane marcatore della Serie A: Pellegri. 

Il classe 2001, che vanta appunto già presenze in Serie A e un gol, ha dimostrato di essere un ottimo prospetto. Non e' infatti banale il gol alla Roma nella partita piú importante del club GialloRosso, sintomo che il giocatore ha buone doti. 

In questo mercato l'Inter si sta muovendo sui giovani, facendo un po' da rivale alla Juventus, la quale vantava un netto predominio su questo tipo di mercato. E tra le varie trattative c'è proprio quella per Pellegri con una valutazione di 15 milioni più 15 legati ad eventuali presenze, in parole povere bonus.
Che il club nerazzurro punti sui i giovani, per lo più italiani, è davvero positivo, ma mi sorge spontanea una domanda: acquistare un giovane classe 2001 per una cifra potenzialmente di 30 milioni non è eccessivo?
Il mio dubbio non è legato al valore effettivo del giocatore, che ripeto ha ottime doti e spero vivamente entri velocemente nel giro delle Nazionali U21 e maggiore, ma alle ripercussioni che questo 'valore' avrà su di lui.

Donnarumma insegna che determinate pressioni non sono buone consigliere a giovanissime età, anzi.
Fossi stato il club nerazzurro infatti, avrei affrontato la trattativa in modo diverso, ovvero avere un opzione sul giocatore da 20 più 10 di bonus, ma permettendo così al giocatore di crescere in pace senza la pressione di dover dimostrare di essere da Inter e senza la pressione delle aspettative legate ai potenziali 30 milioni, che per questa stagione e la prossima ricadranno inevitabilmente sulle sue spalle. 

Inter ti sei assicurata un ottimo prospetto e complimenti per questo, ma sicura che non si brucerà?