Antonio Conte vada come vada alla fine della stagione lascerà il club londinese. Il Chelsea nella veste del presidente di Roman Abramovic avrebbe deciso che il prossimo anno vuole puntare su un tecnico per vincere la Champions e sbirciando in Europa avrebbe scelto il tecnico del futuro: Massimiliano Allegri.
Il tecnico della Juventus è in cima alla lista del presidente ucraino, pronto ad un ingaggio vicino ai 10 milioni di Euro. A quanto sembra l'Arsenal si è tirata indietro buttandosi su Carlo Ancelotti, libero da ogni contratto da giugno e quindi "abbordabile", l'offerta dei Gunners è pari a 40 milioni in quattro anni, sconticino di Carletto!!!

Come sappiamo a fine stagione le strade tra Juventus e Allegri si divideranno, la Juventus avrebbe già trovato il sostituto in Simone Inzaghi con il quale è pronto a costruire un progetto duraturo.
Il tecnico della Lazio è il profilo scelto dalla coppia Agnelli - Marotta, con tanto di spesa in casa Lazio: Milinkovic-Savic, De Vrij e Jordan Lukaku, per dare una mano al tecnico piacentino. Se per Inzaghi è arrivato il momento di confrontarsi con il grande calcio, per Allegri andare via dalla Juve è soltanto per un progetto convincente per alzare quel trofeo sfiorato in quattro anni di Juventus e che porterebbe Abramovic a ritoccare di nuovo la rosa dei Blues e portarla a livelli di Real, Barcellona e PSG. Che Abramovic potrebbe spendere molti milioni lo sappiamo, ma battagliare con i sceicchi è davvero dura, ma l'ex Stanford Bridge e i colori del Chelsea sono sempre d'attualità, quindi molti calciatori davanti ad un'offerta dei Blues difficilmente si rifiuterebbero di accettare. Il Chelsea è pronto a tornare grande e con Allegri in panchina può fin dalla prossima stagione.

Allegri è quel tecnico che abbiamo visto calcare i campi di Cagliari, Milan e Juventus. Nel club sardo ha dato dimostrazione di poter essere un tecnico che riesce a far giocare anche giocatori dati per scarsi ( non parlo di tutti i giocatori del Cagliari ), di costruire con Berlusconi una squadra da Champions per il Milan, di vincere quattro campionati e arrivare tre volte in finale di Champions con la Juventus. Quindi il giusto coronamento della sua carriera è alzare quel trofeo che gli manca in bacheca, con un grande imbocca al lupo da tutti noi tifosi che lo abbiamo amato-odiato ma sempre con grande rispetto.