Iniziamo parlando dell'affidabilità o meno dei capitani delle maggiori squadre di serie A alcuni profondamente adatti a svolgere questo compito altri inaffidabili.

1. Napoli 
Parlando di capitani non si può iniziare che da uno solo, il capitano del Napoli, Marek Hamsik. Vera e propria bandiera della società partenopea ha rifiutato l'interesse dei Club italiani, e non solo, per rimanere nella sua città con i suoi tifosi. Giocatore affidabile ma anche uno che è in grado di risolvere partite difficili. Si merita davvero questa fascia.

2. Juventus 
L'attuale capitano della Juventus è Gigi Buffon anche se non ha trovato molto spazio in questa stagione, complici gli innumerevoli infortuni. Il suo sostituto è Giorgio Chiellini. Entrambi sono giocatori in grado di caricare il gruppo è lottare fino alla fine per la propria maglia, non solo in campionato ma anche nella Nazionale. 

3. Roma 
Con l'addio di Totti il nuovo capitano della Roma è diventato Daniele De Rossi, giocatore disposto a tutto per il bene della sua squadra come dimostrato anche in Nazionale quando si rifiutò di entrare per passare il ruolo ad un attaccante. 

4. Milan 
Il capitano del "nuovo Milan" è un "nuovo giocatore", Leonardo Bonucci, acquistato in estate dalla Juve per 40 milioni. Certo che dare la fascia di una squadra appena formatasi ad un giocatore appena acquistato è una scelta incomprensibile, soprattutto se acquistato dalla Juventus.

5. Inter 
Mauro Icardi, attuale capitano dell'inter, sembra non essere abbastanza serio per svolgere questo compito. Visto le voci che lo vorrebbero vicino al Real Madrid il suo ruolo di capitano sta per essere ridimensionamento.

Alcune squadre italiane dovrebbero imparare di più dalle squadre estere, come il Barcellona, dove il capitano non è il più forte della squadra (Leo Messi) ma quello con più esperienza, serietà, determinazione ma anche una vera e propria bandiera (Andres Iniesta) che sono sempre più rare nel calcio.