Qualche stagione fa Alex Sandro, terzino brasiliano del club Porto il cui contratto era in scadenza, venne acquistato dalla Juventus per una cifra ritenuta "eccessiva" all'epoca e che ora è meno della metà della cifra offerta dal Chelsea. 

Il club di Antonio Conte infatti, forte dell'apprezzamento del giocatore dopo che la prima offerta da 50 milioni era stata rifiutata, sembrerebbe essersi spinto fino a settanta milioni, cifra record per un terzino.
Ma la domanda vera e propria non è perché investire 70 milioni, perché ha già dimostrato di essere uno dei migliori terzini sinistri, forse anche il primo insieme a Marcelo, e quindi la domanda è: perché lasciare la Juventus per il Chelsea? 

Oggi come oggi se lasci un club è per un club di blasone più alto - non me ne voglia Conte ma il Chelsea è un po' lontano dalla Juventus al momento - o per una scelta di cuore, cosa comprensibile se fosse tornato in Brasile.
Indubbiamente la Premier è un campionato affascinante, ma ora la Juventus, club che ha creduto fortemente in lui anche quando ebbe molte difficoltà ad ambientarsi in Italia, si sta "attrezzando" (o almeno così si dice) per vincere finalmente la Champions dopo averla sfiorata per un tempo di gioco per due volte.
Non credo sia neanche una scelta economica dato che la Juventus può tranquillamente spingersi fino a 7 milioni annui, cifra che fossi Agnelli gli darei ad occhi chiusi in caso di permanenza. 

Marotta ha alternato molti grandi colpi a passi falsi, ma lasciar partire Alex Sandro sarebbe un passo falso indelebile perché difficilmente sarà sostituibile; Spinazzola non è male ma non è al livello del Brasiliano.
Se è una questione di stipendio, fossi la Juventus gli alzerei il contratto.

Per il bene delle Serie A i grandi campioni devono arrivare non andarsene dall'Italia. Ovviamente non è detto che sia convincibile Alex Sandro, ma bisognerebbe provarci in tutti i modi, ma mai tenerlo in rosa scontento, poiché 70 milioni non sono pochi e ti permetterebbero di fare un mercato stellare insieme ai soldi del budget stagionale.