Prima il derby con il Milan e poi nell'inferno del San Paolo.
Due partite di fuoco sono quelle che attendono l'Inter. Una squadra che sta sorprendendo tutti per il punteggio, non certo per il gioco. Vince a fatica, tra colpi di fortuna e distrazioni, insomma la dea bendata fino a questo momento ha vestito i colori dell'Inter.
Ma non potrà durare a lungo. L'Inter affronterà un Milan che dovrà riscattarsi dopo un periodo nefasto con Montella più con un piede fuori da Milano che dentro con l'ombra di Ancelotti sempre più insistente e solida.

Finalmente a Milano si attendeva un derby degno di questa città. I colpi di inizio anno hanno creato grande illusioni per arrivare poi alle parole di chi ha fatto grande il Milan non l'Italia, ovvero che questa squadra ha totalmente sbagliato il calciomercato. Sull'altra sponda il calciomercato è stato debole, una panchina mediocre e se mancano i titolari son dolori. Eppure se si dovesse puntare oggi si scommetterebbe più sull'Inter che sul Milan. L'Inter se dovesse fare risultato con il Milan e vincere col Napoli, impresa ad oggi mastodontica, potrebbe veramente mettere le ali per quel sogno che è ancora chiuso nel cassetto, ma questo cassetto piano piano si apre...
Ma basta un niente per chiuderlo per lungo tempo. Due partite dove non si gioca proprio la stagione l'Inter ma buona parte del campionato sicuramente sì.