Avete presente quel maestro a scuola che tutti cercavano? Quel maestro che oltre a insegnare l'equazioni sapeva aggiustare le tapparelle quando si rompevano, e le finestre quando si sfasciavano? E accompagnava gli alunni in palestra quando c'era da sostituire l'insegnante di educazione fisica, e portava i ragazzi col pulmino nella scuola rivale per il torneo di calcio? E che quando c'era lui tutti si sentivano più sicuri e tranquilli, e passava l'ansia e la paura? Beh, io cè l'ho avuto un maestro così, e mi ricorda tantissimo Ever Banega. Banega è un pilastro della fortissima ma anche sfortunata nazionale argentina, in cui lui da solo riesce a reggere ed equilibrare il peso di una seleciòn pesantissima. Ed è stato anche perno imprescindibile degli ultimi successi europei del Siviglia, squadra dalle mille sorprese, vincendo le due ultime Europa League. Insomma uno di quelli che quando cè l'hai in campo, trasmette sicurezza ai compagni, in modo da farli giocare al meglio. Uno di quelli che all'Inter serviva come benzina a un auto a secco nel deserto. E sarà parso strano anche ai tifosi interisti più convinti, che abbia scelto proprio i nerazzurri come sua destinazione, a confronto di tanti altri top team, che avrebbero fatto a pugni per accaparrarselo, se solo avessero saputo che voleva liberarsi dai rojiblancos. E' dulcis in fundo per far questo, ci ha messo anche di tasca sua, a testimonianza, per chi la pensa come me, che indossare la maglia dell'Inter vuol dire già aver vinto tutto. Ma per chi non crede a ciò, e vorrebbe un'altra spiegazione, in fin dei conti è risaputo che l'Inter in Argentina esercita un fascino particolare, e ha un grande seguito. Grazie a idoli argentini come Javier Zanetti, Simeone, Crespo, Cruz, Cambiasso, Samuel e Milito è la squadra italiana più tifata laggiù. E' sicuramente sarà da ricondurre a questo la scelta del Tanguito di prendere in sposa la formazione nerazzurra. E il Biscione è stato molto felice di poterlo accogliere tra le sue braccia, o tra la sua muta per restare in tema, soprattutto a parametro zero. Già da ieri si è dimostrato essere quel giocatore che tutti si aspettavano, e che i tifosi sognavano mentre ne ammiravano nel corso dell'Europa League le sue gesta. Classe, talento, tocco, intelligenza, visione e personalità sono le sue armi. Tutto ciò che ha, un maestro di centrocampo, come Ever Banega.