Premetto che io non sono quel tipo di tifoso che è in perenne guerra col mondo degli arbitri, anzi, io sono sempre il primo difensore del direttore di gara ma quest'ultimi alcune volte seppur involontariamente una partita. 

Ma c'è una squadra che ha un conto aperto con un arbitro.
Il Milan Paolo Tagliavento non si piacciono proprio. Tutto per colpa di quella fredda sera del 25 febbraio 2013 era Milan Juventus con uno stadio gremito per guardare il match scudetto, quando durante gli sviluppi di un corner Sulley Muntari colpisce di testa e palla entra in rete ma il portiere bianconero Gianiluigi Buffon con un provvidenziale intervento rispinge la palla dietro la linea e all'arbitro Paolo Tagliavento non convalidò il gol.  

Domenica c'è il derby una partita che vale più di chiunque altra e i milanisti tremano perchè ad arbitrare quel match sarà Paolo Tagliavento con l'aiuto dell'inutile Var. Ma Tagliavento sembra che c'è l'abbia col Milan infatti il Derby della Madoninna d'andata dello scorso anno è stato pesantemente condizionato da Tagliavento infatti il primo gol dei cugini nerazzuri l'azione nasce su un fallo dubbio su Locatelli e il pareggio dell'Inter viene firmato da Perisic oltre i minuti di recupero ( anche se poi al ritorno ci rifaremo). 

Purtroppo la designazione di Tagliavento per il derby è un grosso errore come dimostrato l'anno scorso ma ci sono altri 10 arbitri, ma perché proprio LUI? Questo sarà un'importante handicap a livello psicologico sia per lo stesso arbitro che non potrà abitare con serenità che per il Milan. Ma non illudiamoci col Var perché se ci saranno errori saranno sempre suoi perché Tagliavento in sé è un buon arbitro ma che non sa gestire i grandi match (ecco perché non è mai andato avanti Europa).
Insomma domenica sera a rovinare il derby sarà ancora Tagliavento.