Niente follie, questo è il diktat delle prime squadre del nostro campionato, quelle che lottano per scudetto e posto in Europa.

Partiamo dalle milanesi: i soldi non ci sono e quelli che c'erano sono stati spesi male.
L'Inter ha puntato tanto su due cavalli perdenti e ne paga le conseguenze. Joao Mario e Gabibol super pagato ma flop. Ora serve un centrale difensivo come il pane, perché non prendere Paletta dal Milan? Costa poco ed ha esperienza. Forse arriva Barella, serve un esterno d'attacco, si punta Deulofeu, servirebbe un attaccante, ma non esageriamo. Spazzato via il sogno Pastore, ovviamente, troppo caro. 

Il Milan più che comprare deve sfoltire. Via Paletta, Gustavo Gomez, Mauri, gli altri sono da rilanciare o almeno cercare di farlo prima che si svalutino ulteriormente.

La Roma ha acquistato ma male, ha puntato su Schick, scartato dalla Juve quando sembrava tutto fatto, anche le foto di rito durante le visite mediche. Ora è un momento no ma deve cercare di smuovere qualcosa sul mercato o rischia il posto in Champions. 

La Lazio ha preso Caceres ma la squadra è completa, forte, segue Inzaghi ed ha in Immobile il capocannoniere. Serve poco in verità. 

La Juve ha quasi preso Emre Can ma per l'estate, la Vecchia Signora è la più forte. La panchina è all'altezza e può sognare il sorpasso al Napoli anche senza acquisti.

Il Napoli invece punta Deulofeu, come l'Inter, ma forse gli servirebbe di più Verdi. Sembra quasi fatta. La squadra di Sarri è quella che più ha bisogno di forze nuove per non perdere il sogno scudetto. 

Sarà un mercato senza botti a mio parere. Forse uno dei più noiosi.